venerdì 28 agosto 2015

Guida astrologica per cuori infranti

Buondì cari lettori,
Oggi vi presento una nuova recensione di un romanzo che ha ottenuto da me il massimo del punteggio! Credo che come preambolo sia già promettente, perciò buona lettura!

Titolo: Guida astrologica per cuori infranti 
Autrice: Silvia Zucca
Prezzo: 16,40 €
Pagine: 468
Voto: 5/5

Sono fermamente convinta che questo libro non abbia bisogno di alcuna presentazione considerando la popolarità che ha ottenuto in un brevissimo lasso di tempo.
Mi sono scontrata (letteralmente) in “Guida astrologica per cuori infranti” in una delle mie tante perlustrazioni nelle librerie di fiducia vicino a casa (ogni booklover che si rispetti ne ha un fitto elenco). Quando ho scorto la copertina e letto la trama, non sono riuscita a rimandare, l’ho acquistato all’istante divorandolo in un unico pomeriggio soleggiato in riva al mare sdraiata sulla morbida sabbia della spiaggia (Poverina, direte voi e non posso darvi torto perché nonostante la miriade di impegni che affollano sempre la mia agenda, in estate riesco ancora a trovare il tempo per trascorrere dei tranquilli pomeriggi al mare; ma basta parlare di me, chiudiamo la parentesi più lunga della storia e torniamo a discorrere del romanzo in questione).

E’ un libro con un livello di umorismo a mio parere molto alto, sicuramente i miei
vicini di sdraio si saranno chiesti come mai scoppiassi a ridere da sola ad ogni nuovo capitolo, mi avranno considerata pazza, ma vi assicuro che è impossibile trattenersi e devo ammettere che ne è valsa la pena.
L’ingrediente segreto di questo romanzo consiste però nella rappresentazione della quotidianità che permette al lettore di potersi immedesimare nei protagonisti, vivendo insieme a loro le disavventure astrologiche che condiscono la loro vita.
Inevitabilmente le vicissitudini sono un poco romanzate, ma riescono sempre a conservare quel realismo che ci rincuora facendoci pensare “Meno male che non capita solo a me” e donandoci una buona iniezione di fiducia. Non posso non ammettere che sia un romanzo rosa con un finale prevedibile, ma nello sviluppo del libro gli avvenimenti che si presentano non sono per nulla scontati e i messaggi che lancia alle giovani donne sono veramente ammirevoli.

Adesso vi avverto, sto per fare un po’ di spoiler gratuito perciò se non volete che incautamente vi riveli qualcosa di troppo, smettete immediatamente di leggere, se siete invece amanti del rischio, potrete finire questa recensione.
Alice, la protagonista femminile del romanzo, verso le ultime pagine, comprende finalmente che la propria felicità e realizzazione non dipende necessariamente solo dall’uomo che le è accanto, ma deriva prima di tutto da se stessa: Il così detto “principe azzurro” non può far altro che accrescere la felicità di una persona, ma non deve esserne l’unica variabile.
Un messaggio meraviglioso che, a mio modesto parere, le giovani donne dovrebbero tenere sempre ben a mente, perché la prima regola per vivere bene con se stessi e quindi anche con gli altri è rispettarsi. 


_Giulietta_




mercoledì 19 agosto 2015

Ultime Letture e nuovi acquisti

Salve amici, 
Eccomi qui con un aggiornamento delle mie ultime letture e quelle in arrivo ... allora, gli ultimi due libri che ho letto sono stati: Guida astrologica per cuori infranti di Silvia Zucca che ormai sta risalendo in modo quasi spaventoso le classifiche e Mystic City di Theo Lawreance. 
Per quanto riguarda la mia opinione su questi due romanzi non voglio anticiparvi nulla, perché nei prossimi giorni pubblicherò le relative recensioni. 
Per adesso posso confessarvi che ho comprato questi romanzi perché non ho potuto resistere, le copertine sono favolose e non saprei veramente dire quale cover sia la più bella! 

















Qualche giorno fa invece lo so che non si deve fare ma non mi sono trattenuta ho fatto un ordine consistente di romanzi che spero più presto possibile arriveranno nei prossimi giorni. I titoli sono questi: The selection di Kiera Cass (l'ho detto tante volte e finalmente l'ho comprato); Guida galattica per gli autostoppisti ( il titolo mi ha troppo incuriosito) e i canti del sogno di George R.R Martin (era tanto tempo che volevo legger qualcosa di questo famoso scrittore, la scelta è stata difficile, ma alla fine mi sono orientata su questo volume ... spero sia stata una buona scelta :) 


Ok, gli aggiornamenti sono terminati e spero che siano stati interessanti e vi abbiano magari fatto scoprire qualche nuovo libro:) 

COSA NE PENSATE DEI TITOLI CHE HO COMPRATO E APPENA LETTO? C'E' QUALCOSA CHE VI INTERESSA? 

Alla prossima ;) 

_Giulietta_

martedì 18 agosto 2015

Celeste

Finalmente dopo parecchie settimane, pubblico un'altra recensione.
Non fossi una pasticciona riuscirei ad organizzarmi meglio con le pubblicazioni, ma cosa olete che vi dica, sono fatta così XD

CELESTE
Autrice: Cristina Vichi 
Voto: 3/5

RECENSIONE

Noto sempre più spesso nei libri contemporanei la descrizione dell’amore come un’emozione prettamente struggente e passionale che porta inevitabilmente i protagonisti all'autodistruzione. Non c’è via d’uscita: se vogliono vivere quel sentimento coinvolgente sono obbligati a rincorrerlo rinunciando a qualcos'altro o compiendo sacrifici inenarrabile con, come unico scopo, stare insieme alla persona desiderata.
Sì, perché solitamente non si parala nemmeno di amore, ma di desiderio, un’attrazione fisica incontrollata; narrando solamente una parte delle miriadi di sfaccettature di questa meravigliosa e antica emozione, concentrandosi unicamente sull’eros e ignorando le altre sfumature.
L’amore di due persone che si rispettano e desiderano il meglio l’uno per l’altro solitamente non attira il lettore, non fa, passatemi il termine, fumo ebbene, per quanto riguarda questo romanzo penso che il rapporto che si crea tra Celeste e il suo amato sia uno dei più completi che io abbia mai letto. Delicato, ma allo stesso tempo travolgente. L’affetto tra due persone che si rispettano, ma che comunque non perdono l’alchimia della coppia  che li fa rimanere insieme e sentire le farfalle nello stomaco.
Un altro elemento che ho apprezzato in questo romanzo è stato il carattere forte e
determinato della protagonista. Lei non è la solita ragazza sprovveduta, priva di volontà che si lascia trascinare degli eventi (una tipologia di giovane che purtroppo a volte vedo descritta come protagonista di alcuni tipi di romanzi che a mio parere, sminuiscono la figura femminile), ma una persona con tanta forza di volontà, che non ha paura delle sue decisioni e soprattutto è consapevole delle conseguenze! Sa che indossare nuovamente i panni di Costanza potrà metterla in pericolo, ma i suoi principi le impongono di aiutare il suo popolo e grazie alla generosità che alberga nel suo cuore compirà qualsiasi gesto pur di riuscire a garantire un futuro migliore a tutti.
Naturalmente, cari lettori, vi starete domandando da cosa è stato influenzato il mio voto non altissimo, se ho riscontrato tutti questi fattori positivi durante la lettura del romanzo. Ebbene, la valutazione è calata a causa di alcuni errori (secondo il mio
modesto parere) nell’esposizione. Purtroppo si sente durante la lettura la mancanza di un editing professionale che potrebbe rendere ancora più bello un libro già di suo, molto promettente. Le pagine trasmettono al lettore molti sentimenti ed emozioni, questo non posso assolutamente negarlo, ma le ripetizioni sono un poco eccessive, rallentando la dinamica del racconto.

Sono certa però che Celeste sia un romanzo con una buonissima trama di fondo, e con un po’ di lavoro, sicuramente potrà evolvere diventando una farfalla ancora più bella. Io sono la prima a credere in questo libro e mi sento di dire alla scrittrice di continuare a lavorarci, perché la sua opera, potrà donarle grandi soddisfazioni.

COSA PENSATE DI QUESTO LIBRO? L'AVETE GIA' LETTO? 
E LA RECENSIONE? I PIACE? 

_Giulietta_ 

mercoledì 5 agosto 2015

Colonna Sonora

L'altro giorno grazie ad un commento su Wattpad da parte di SofySoo mi è stata consigliata una canzone meravigliosa come colonna sonora per le avventure dei Nostri gemelli leggendari! 
Appena l'ho ascoltata non ho resistito, perché penso calzi a pennello l'atmosfera della narrazione, perciò, ho immediatamente deciso di condividerla con i miei affezionati lettori :) 


PENSATE ANCHE VOI CHE QUESTA CANZONE INTERPRETI AL MEGLIO LE EMOZIONI SUSCITATE DAL RACCONTO? 
SE AVETE ALTRE PROPOSTE SCRIVETELE IN UN COMMENTO ED IO LE ASCOLTERO' CON PIACERE :) 

martedì 4 agosto 2015

Questo non è un romanzo fantasy

Anche il mese di agosto sta volando! E' possibile che l'estate sia sempre così frettolosa? 
Ma noi ci consoliamo con la recensione di un nuovo libro id Roberto Gerilli, già autore di un racconto scritto a quattro mani intitolato città senza eroi ;) Siete pronti per un voto di addirittura cinque piume? 

Titolo: Questo non è un romanzo fantasy 
Autore Roberto Gerilli
Prezzo: 12€ 
Voto: 5/5 

_Recensione_ 

Posso confessarvi una cosa?
Quest’anno voglio assolutamente visitare il Lucca Comix & Games!
Se avete un biglietto in più, cedetemelo, perché sono ansiosa di scoprire sul selciato tracce del passaggio dei protagonisti delle “Cronache di Falcogrand” e di incontrare una magica Emi particolarmente loquace insieme a uno scrittore con tanta fantasia, ma poca attitudine alla narrativa di nome Filippo.
Vorrei (nella mia piccola mente da fangirl, sì perché ogni blogger che si rispetti, anche se non vuole ammetterlo, un po’ lo è) che la storia assaporata in “Questo non è un romanzo fantasy” sia accaduta veramente e che Roberto Gerilli sia stato solamente un cronista esterno, uno spettatore che si è limitato a narrare i fatti a cui ha assistito riportandoli nel suo libro.
Vorrei credere che il potere di un solo lettore può superare quella del libro nella sua integrità e che sia lui, e nessun altro a rendere un racconto immortale.

“Pensa alla forza che può avere la fantasia di un lettore. Io non conosco i vostri libri, ma so che è l’animo dell’ascoltatore a rendere immortale una ballata.”
 cit. 

Roberto Gerilli narra l’avventura del giovane scrittore FIlippo Mengarelli
rivolgendosi a un narratore preciso: un individuo che non sopporta i racconti fantasy.
Lo scrittore si schiera costantemente dalla parte di quest’unico lettore tanto da dichiarare lui stesso di odiare i cliché dei romanzi fantasy, catalogandolo come un genere di nicchia, ma in realtà gli avvenimenti che vengono narrati contraddicono le sue stesse affermazioni creando un contrasto che rende l’avventura più vivace e divertente.
Ho adorato quest’originale metodo di narrazione, perché riesce a coinvolgere il lettore in modo totale, ma senza togliere quel pizzico di suspance che non può mancare esserci in un romanzo di avventura che si rispetti.
Non mento se ammetto di essere rimasta in apnea leggendo le ultime pagine del libro (se avete poco fiato tenetelo a mente prima di iniziare questo romanzo) perché l’addio fra i quattro personaggi di Falcograd e Filippo e Alessandra mi ha veramente coinvolta, anche se la conclusione non ha in sé colpi di scena fenomenali è rilassante nella sua semplicità.

La trama in alcuni punti mi ha  rimandato al libro più famoso di Ende “La storia infinita”, similitudine che non ha fatto altro che accrescere la mia curiosità nel voler scoprire lo sviluppo della storia. Anche la scorrevolezza del romanzo è eccellente, solamente nei primi capitoli alla comparsa di Cornelius, Dinuil, Ernest e Haxter ho avuto qualche difficoltà a recepire le caratteristiche dei personaggi e distinguerli l’uno dall'altro, ma proseguendo nel racconto, le varie personalità si delineano più chiaramente e allora il romanzo sprigiona tutta la sua essenza.

Posso solamente ancora dire allo scrittore che non ha raggiunto l'intento che si era prefissato, perché quello che ha scritto è un bellissimo esempio di libro fantasy anarchico e fuori dal comune.

Ringrazio PIA FERRARA per avermi proposto la lettura di questo libri :) 

VI E' PIACIUTA LA RECENSIONE? COSA PENSATE DEL LIBRO? 

_Giulietta_