sabato 30 dicembre 2017

Bilancio letture 2017

Per quelli che come me frequentano l'università Gennaio vuol dire solamente una cosa: esami! 
Non abbiamo materialmente il tempo di pensare all'anno nuovo ... tutte le nostre sinapsi sono dedicate all'enorme sforzo di capire come far stare tutti gli esami in un unico mese. Buoni propositi?Solo quello di non rimanere bocciati. 
Non so perché, ma la poesia sembra scemare via definitivamente. Quello che possiamo fare però per rimediare e tirarci su il morale è guardare alle migliori letture del 2017 e alle nuove scoperte che abbiamo fatto insieme, di scrittori e romanzi! 


Inizierei immediatamente con una scrittrice che  quest'anno è stata una vera scoeprta: Alice Basso! Mi sono immediatamente affezionata al personaggi che ha creato: Vani Sarca, caratterizzandolo in maniera magistrale. La serie creata intorno alla ghostwriter mi ha entusiasmata, la nuova "puntata" è programmata per l'8 aprile 2018 e s'intitolerà "la scrittrice del mistero". Non vedo l'ora di leggerla. Spero che il livello sia pari a quello mantenuto nei tre libri precedenti, ma sono abbastanza fiduciosa perché il mix di stili che ha creato secondo me è un genere che funziona. 

Altra scoperta del 2017 è stata: Claudia Grey! Con la sua saga Firebird mi ha conquistata. Un fantasy/dispotico entusiasmante impregnato di colpi di scena e anche di un pizzico di sentimentalismo che, come sappiamo, ci piace tanto. 

Fra i migliori esordienti, che qualche volta ho l'onore e il piacere di recensire c'è Roberta Ambrogio con il suo racconto breve "i tramonti del tempo". E' veloce da leggere, quindi ve lo consiglio se non lo avete ancora fatto, ma anche denso di significato ed emozioni. Mi aveva piacevolmente sorpreso facendomi apprezzare un nuova scrittrice. In questo freddo invernale poi è l'ideale perché vi farà respirare un po' di salsedine. 

Ultima, ma non per importanza, c'è Cinzia Giorgio con il suo romanzo "La collezionista di libri proibiti" con cui ho anche avuto il piacere di collaborare per il sua testata Pink Magazine Italia. Un romanzo questo ricco di storia della letteratura, una trama accompagnata da titoli antichi che fanno da sfondo e allo stesso tempo parte integrante del testo. Consigliatissimo! 

Queste sono state le mie maggiori scoperte del 2017! E le vostre, quali sono i titoli che più vi hanno colpito? 

BUON ANNO NUOVO lettori :) 

_Giulietta_ 



venerdì 29 dicembre 2017

Buona vita a tutti - J.K Rowling

"Non occorre la magia per trasformare il mondo. Dentro di noi abbiamo già tutto il potere che ci serve: il potere di immaginarlo migliore". 


C'è poco da fare, non stiamo qui a raccontarcelo. Essere giovani al giorno d'oggi non è facile. Bisogna essere pronti a combattere per aver un futuro, o almeno, per avere il futuro che si vorrebbe vivere. Sicuramente ogni epoca ha le sue difficoltà, e noi non possiamo nemmeno immaginarci quali furono le preoccupazioni dei nostri nonni che combattevano per sopravvivere alla guerra e alla fame. Ogni società ha i suoi problemi e le sue cose belle, ma sicuramente oggi i "vorrei, ma non posso" sono tanti. O meglio, i vorrei e solo con tanto impegno forse potrò. La domanda però è al seguente ... questo può bastare per demoralizzare un'intera generazione? 
Secondo il discorso che la Rowling ha fatto ai laureandi dell'università di Harvard (sì, proprio quella a cui voleva andare Rory prima di Yale) no perché abbiamo due armi potenti a nostro favore: l'immaginazione ed il beneficio del fallimento. Queste insieme ad una bella rimboccata di maniche non possono far altro che, alla lunga, portare dei risultati. 
"E' impossibile vivere senza fallire in qualcosa, a meno di vivere così prudentemente che tanto varrebbe non vivere affatto... nel qual caso si fallirebbe in partenza." 
Per creare bisogna mettersi in gioco, e per mettersi in gioco bisogna mettere in conto la possibilità del fallimento. Però anche in quei momenti in cui la luce si spegne se si è allenati c'è un appiglio a cui ci si può sempre aggrappare: l'immaginazione. Quella cosa che nessun momento della vita bello o brutto che sia potrà mai toglierci. 
Per questo la grande scrittrice di fantasy e non solo con questo piccolo libro augura buona vita a tutti. 

_Giulietta_

sabato 23 dicembre 2017

Dickens - l'uomo che inventò il natale

Buona antivigilia Cari lettori ! 
State anche voi affrontano il freddo per procurarvi i regali dell'ultimo minuto? Io quest'anno magicamente no .. sembrerebbe proprio che io sia riuscita ad occuparmi già di tutti .... ma Natale non è ancora arrivato ed è sempre possibile che io mi sia dimenticata di qualcuno. 
Parliamo invece di un film che è uscito ieri nelle sale: Dickens, l'uomo che inventò il Natale! 


Film incentrato sul famoso scrittore la cui penna ha dato vita al famosissimo romanzo il "Canto di Natale".
Nel cast vediamo Dan Steven (La bestia in "The Beauty and the Beast") come protagonista e poi Christopher Plummer, Jonathan Pryce e Morfydd Clark che abbiamo recentemente visto nei panni della figlia di Lady Susan in "Amore e inganni", pellicola tratta dal romanzo epistolare di Jane Austen. 


Se non sapete ancora cosa leggere tra una festività e l'altra questo potrebbe essere il romanzo che fa per voi ;) 

BUON NATALE 

_Giulietta_ 

martedì 19 dicembre 2017

week's song - This is me

La canzone della settimana è la colonna sonora del film "The greatest Showman" in uscita nelle sale italiane il 25 Dicembre: This is me!



TESTO 

I'm not a stranger to the dark
Hide away, they say
'Cause we don't want your broken parts
I've learned to be ashamed of all my scars
Run away, they say
No one will love you as you are



But I won't let them break me down to dust
I know that there's a place for us
For we are glorious



When the sharpest words wanna cut me down
I'm gonna send a flood, gonna drown them out
I am brave, I am proof
I am who I'm meant to be, this is me
Look out 'cause here I come
And I'm marching on to the beat I drum
I'm not scared to be seen
I make no apologies, this is me



Oh-oh-oh-oh [...]

Another round of bullets hits my skin
Well, fire away 'cause today, I won't let the shame sink in
We are bursting through the barricades
And reach above the sun (we are warriors)
Yeah, that's what we'll become

Won't let them break me down to dust
I know that there's a place for us
For we are glorious

When the sharpest words wanna cut me down
Gonna send a flood, gonna drown them out
I am brave, I am proof
I am who I'm meant to be, this is me
Look out 'cause here I come
And I'm marching on to the beat I drum
I'm not scared to be seen
I make no apologies, this is me

Oh-oh-oh-oh [...]
This is me

And I know that I deserve your love
There's nothing I'm not worthy of
When the sharpest words wanna cut me down
I'm gonna send a flood, gonna drown them out
This is brave, this is proof
This is who I'm meant to be, this is me



Look out 'cause here I come (look out 'cause here I come)
And I'm marching on to the beat I drum (marching on, marching, marching on)
I'm not scared to be seen
I make no apologies, this is me

Oh-oh-oh-oh [...]
TRADUZIONE

Non sono estraneo al buio
Nasconditi, dicono
Perche 'non vogliamo i tuoi pezzi rotti
Ho imparato a vergognarmi di tutte le mie cicatrici
Scappa, dicono
Nessuno ti amerà per come sei

Ma io non permetterà loro di buttarmi a terra 
So che c'è un posto per noi
Perché noi siamo magnifici 


Quando le parole taglienti voglio farmi a pezzi 
Ho intenzione di creare un'inondazione sovrastandole
Io sono coraggioso, io sono la prova
Io sono colui che volevo diventare, questo sono io
Guardare fuori perche 'qui sto arrivando 
E sto marciando al ritmo di un tamburo
Io non ho paura di essere visto
Io non creo dello scuse, questo sono io 

Oh-oh-oh-oh [...]

Un'altra vola i proiettili colpiscono la mia pelle
Beh, aprite il fuoco perchè oggi, non lascerò che la vergogna permei 
Noi stiamo scoppiando attraverso le barricate
raggiungendo il sole (siamo guerrieri)
Già, questo è quello che diventeremo

Ma io non permetterà loro di buttarmi a terra 
So che c'è un posto per noi
Perché noi siamo magnifici 

Quando le parole taglienti voglio farmi a pezzi 
Ho intenzione di creare un'inondazione sovrastandole
Io sono coraggioso, io sono la prova
Io sono colui che volevo diventare, questo sono io
Guardare fuori perche 'qui sto arrivando 
E sto marciando al ritmo di un tamburo
Io non ho paura di essere visto
Io non creo dello scuse, questo sono io 

Oh-oh-oh-oh [...]
This is me

E so che mi merito il tuo amore
Non c'è niente di cui io non sia degno 
Quando il più nitido parole voglio cut me down
Quando le parole taglienti voglio farmi a pezzi 
Ho intenzione di creare un'inondazione sovrastandole
Io sono coraggioso, io sono la prova
Io sono colui che volevo diventare, questo sono io

Guardare fuori perche 'qui vengo (guardare fuori perche 'qui vengo)
E sto marciando al ritmo di un tamburo (marciando, marciando, marciando )
Io non ho paura di essere visto
Io non sono scuse, questo sono io. 


Oh-oh-oh-oh [...]




Vi piacerebbe andare a vedere questo film? Vi piace la canzone? 

_Giulietta_ 

domenica 17 dicembre 2017

La Ghostwriter di Babbo Natale

Una settimana dalla vigilia e, a parte pregare che i corrieri mantengano le promesse arrivando in tempo con i regali, sto pensando a che dolce (che nessuno mangerà) preparare il fatidico pranzo in famiglia. Penso che opterò per qualcosa che possa conservarsi a lungo, perché so già che per i tre giorni successivi dovrò sicuramente  finire gli avanzi della festa. 
Tutto questo però devo ammettere che un po' mi piace,  non sono immune al fascino del Natale, e anche se ormai sono un po' cresciutella, l'atmosfera mi fa ancora effetto. Come sembra trasformare, in un modo un po' particolare, anche la nostra ghostwriter preferita: Vani Sarca. 
Potete trovare da scaricare gratuitamente (è proprio Natale) un nuovo piccolo racconto di Alice Basso intitolato: La ghostwriter di Babbo Natale. 


Quaranta pagine di essenza di Sarca Natalizia. Tornerete indietro nel tempo, vedendo la nostra protagonista agli albori della sua storia, un tuffo nel passato che ci accompagna nell'attesa del nuovo capitolo della serie in uscita ad Aprile 2018 (perché dobbiamo aspettare così tanto?) 
Un racconto di Natale che vi farà ridere per la sua vena sarcastica, ma allo stesso tempo vi terrà con il fiato sospeso per scoprire chi sarà il colpevole del delitto in camera chiusa! 
Se non vi ho ancora convinto è Babbo Natale che ve lo dice ... correte a leggerlo

Buone Feste 

_Giulietta_ 

venerdì 15 dicembre 2017

Sirene

Buongiorno lettori! 
State già facendo il conto alla rovescia per Natale? 
Io sì, anche perché penso sarà il mio unico giorno di vacanza! 
Oltre ad essere una divoratrice di libri sono anche un'appassionata di serie tv (Netflix sarà la mia rovina) e proprio per questo non ho mai e dico mai considerato le sitcom italiane. 
Anche Sirene non l'ho subito presa in considerazione, ma poi avendomelo ripetutamente consigliata ho deciso di dargli una possibilità e dopodiché l'ho seguita fino all'ultima puntata. 


Una produzione che ho veramente apprezzato, finalmente un fantasy sul piccolo schermo. Genere utilizzato per trattare temi profondi che intaccano la nostra società (bullismo, differenze, integrazione, ...), ma sempre con quella vena umoristica che lascia una ventata di ottimismo. 
Una favola interpretata da attori che hanno reso vivi i personaggi, bravissimi i protagonisti Luca Argentero e Valentina Bellè. Unico punto su cui avrei qualcosa da ridire è proprio la fine della serie, ma mi fermo qui con il commento per non cadere nello spoiler lasciando a voi la valutazione.
La Serie tv è stata ispirata da un romanzo di Monica Rametta "Sirene, un'avventura terrestre"


Non ho ancora letto il libro, ma vorrei proprio vedere quali sono le differenze dalla trasposizione televisiva, quindi penso che prima o poi mi cimenterò nella lettura. 

E voi? avete visto questa serie tv? Cosa ne pensate? 

_Giulietta_ 

mercoledì 6 dicembre 2017

Christmas Books present

Mi sento sempre vecchia a dire che il tempo mi sembra passare troppo veloce. Però è così e non posso farci nulla se non convivere con il fatto che siamo già a Dicembre e fra meno di 20 giorni sarà Natale. 
Trovo che regalare dei libri sia una questione molto complicata, soprattutto se vi rivolgete a dei veri booklovers. Però, se trovate un vero appassionato di libri, sarà anche attirato dal voler scoprire nuovi titoli e autori e quindi amerà scartare il vostro regalo. 
Per questo qui di seguito una mia piccola guida personale su quali libri potrete pensare di regalare a certe tipologie di persone! 


Finché le stelle saranno in cielo di Kristin Harmel è perfetto per tutti coloro che con l'avvicinarsi della fine dell'anno pensano di non aver concluso nulla nella loro vita e si sento persi nella routine quotidiana. Per quelli che non possono far a meno di essere pessimisti e hanno bisogno di una ventata di fiducia in loro stessi e nel mondo. 


La saga Gregor di Suzanne Collins è perfetta per chi vuole aggiungere un pizzico di avventura nella propria quotidianità. Piena di colpi di scena e fantasia. Inadatta per i cinici o i troppo realistici, non potranno apprezzarla.

Per gli appassionati di gialli e polizieschi "la camera azzurra" si Georges Simenon è sicuramente una scelta azzeccata. Scrittura fluente e coinvolgente insieme ad una trama con i contro fiocchi che tiene con il fiato in sospeso il lettore fino alla fine. Approvato.


Per le lettrici o perché no, anche per i lettori, che hanno bisogno di un pizzico di romanticismo "Ti amo già da un po" di Tania Paxia è il libro giusto da leggere con una tazza di cioccolata calda ed una coperta davanti al camino.

Ecco fatto ! Se avete altri libri da consigliarmi per questo Natale scrivete i titoli nei commenti ;)

Alla prossima

_Giulietta_


mercoledì 29 novembre 2017

The Beauty and the Beast

Sono sempre stata un poco scettica nei confronti dei remake, soprattutto se si trattava di film o cartoni a cui sono particolarmente legata. Quando però avevo visto fra i protagonisti della realizzazione di "The Beauty and the Beast" l'attrice Emma Watson ho voluto vederla dismettere i panni di strega di Hogwarts per interpretare Bella, uno dei miei caratteri Disney preferiti. 


Quando è uscito (ormai lo scorso Marzo) mi sono concessa di andarlo a vedere al cinema e mi ricordo di esserne rimasta pienamente soddisfatta. Sul web si trovano opinioni discordanti al riguardo e non so dirvi se la mia sia completamente oggettiva essendo sentimentalmente legata al cartone, ma a mio gusto personale è un film che consiglierei di vedere perché mi ha fatto rivivere le stesse emozioni che avevo provato durante la visione dell'originale. 
Con questo post però non voglio dilungarmi con la recensione della pellicola, ma raccontarvi di una conferenza a cui ho assistito qualche settimana fa all'università. 
Il relatore era il Creative Director della Walt Disney in Italia ed è stato un intervento veramente interessante soprattutto per tutti coloro che sono interessati al doppiaggio e alla traduzione
Anche se già lo immaginavo ho capito concretamente quanto lavoro c'è dietro all'adattazione di un film straniero nella nostra lingua e quanti professionisti devono essere consultati per riuscire ad avere un risultato di qualità. La comicità, la struttura del testo, le canzoni, tutto deve essere reinterpretato perché non è solamente diversa la lingua, ma anche la cultura che è nascosta fra le parole. Un lavoro affascinante che va studiato nel dettaglio. 



E voi siete interessati a questi argomenti? Vi era piaciuto "The Beauty and the Beast"? 

_Giulietta_ 

mercoledì 8 novembre 2017

Berserk - Anteprima

Qui in città abbiamo letteralmente fatto la danza della pioggia per far scendere qualche goccia dal cielo e abbassare un po' le polveri sottili che stavano prendendo il nostro posto nel mondo ... però, in questa giornata uggiosa, è difficile evitare di sentirsi un po' malinconici. La pioggia è magica, ha su ognuno di noi un effetto diverso e su di me, oggi, ha avuto l'onere di farmi perdere le staffe più di una volta ... ma questa è un'altra storia che presto o tardi sarete obbligati a leggere ;) 
Per adesso alletiamoci la giornata con il nuovo libro di Alessio Del Debbio (autore della guerra dei lupi) BERSERK


Trama
Berlino, inizio del terzo millennio. La Guerra Calda è finita, gli Accordi dell’89 sono stati firmati e la città è stata divisa in sette zone, ciascuna assegnata a una delle antiche stirpi. All’interno della ringbahn vivono gli uomini, protetti dalla Divisione, incaricata di mantenere la pace e impedire sconfinamenti e scontri tra le stirpi. Misteriosi omicidi, provocati da sconosciute creature sovrannaturali, iniziano però a verificarsi in tutta la città, rischiando di frantumare il delicato equilibrio raggiunto. La Divisione incarica Ulrik Von Schreiber di indagare, aiutato dal pavido collega Fabian, ben sapendo quanto abbia a cuore il mantenimento della pace. Ma Ulrik non è soltanto un cacciatore, incarna lo Spirito Protettore della Città, l’Orso di Berlino, che non attende altro che liberare la propria furia.

Biografia: Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono il romanzo Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016) e i fantasy contemporanei Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017) e Berserkr (Dark Zone, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che sostiene gli scrittori emergenti, soprattutto locali, e d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.

Avete già letto qualche suo libro? Vi piace la trama di Berserk? 

_Giulietta_ 



lunedì 6 novembre 2017

La camera azzurra - George Simenon

Buon lunedì lettori. Lo so, tutte le volte prometto di essere più regolare con i post e poi scompaio dal mondo di Internet per delle settimane. Purtroppo gli impegni sono molti, ma cerco e cercherò comunque di impegnarmi per essere più attiva. Per ricominciare vi presento la mia ultima lettura: La camera azzurra di Georges Simenon. 


Recensione 
Se ve lo stavate chiedendo Sì, questo è il primo giallo che recensisco. Se l'ho scelto io? No ...diciamo che mi è stato caldamente consigliato e anche se non è il mio genere ho deciso di dargli una possibilità. Ebbene sono felice di averlo fatto perché si è rivelata una lettura davvero interessante. 
Non c'è alcun dubbio, Georges Simenon scrive e lo sa fare pure bene. E' un mago della suspace, riesce a mantenere alta l'attenzione e l'incertezza del lettore fino all'ultimo capitolo. Fino alla fine del romanzo non riesci a capire da che parte devi stare e quando pensi di averlo capito, le carte si mischiano nuovamente. Il libro è strutturato come un lungo interrogatorio al quale le forze dell'ordine sottopongono a Tony, il protagonista. Una lunga serie di domande sulla sua storia clandestina con André, anche lei sposata, ricca di digressioni sulla sua vita, sui personaggi secondari, e sulla realtà del piccolo paesino "Trian". 
Il fatto sconvolgente di questo romanzo è che fino alle ultime pagine il lettore non capisce perché a Tony vengano fatte tutte quelle domande. Domande che non riguardano un omicidio, ma bensì la sua vita privata e in particolar modo quello che accadeva nella camera azzurra con la sua amante.
Tutto si basa su poche parole che i due, in una calda giornata di agosto, si erano scambiati nella camera azzurra ... un dialogo breve, ma che ha la capacità di reggere tutto il romanzo. 
Una storia di amore? Non so dirvelo, non da ambe due le parti almeno, ma di passione sicuramente sì. Un coinvolgimento che ha portato incontrollato a delle conseguenze inimmaginabili. 
Un giallo ben strutturato da uno scrittore con i fiocchi, per questo lo approvo a pieni punti. Per chi volesse avvicinarsi al genere del thriller penso che "La camera azzurra" possa essere la lettura indicata. 

E VOI? qual è l'ultimo libro che avete letto? 

_Giulietta_ 

giovedì 19 ottobre 2017

La piccola libreria di Venezia - Cinzia Giorgio

Buon giovedì cari lettori! 
Il nostro appuntamento settimanale con almeno una delle mie rubriche (i programmi non sono il mio forte) è arrivato. 
Oggi vi presento l'anteprima del romanzo di una scrittrice di cui abbiamo già sentito parlare: Cinzia Giorgio! 
Se cercate nei cassetti della vostra memoria vi ricorderete che per il suo primo libro "La collezionista di libri proibiti" ci aveva rilasciato una gentilissima intervista
Redattrice della rivista PINK magazine è approdata il 19 Ottobre nelle librerie con un nuovo romanzo: "La piccola libreria di Venezia." 


TRAMAMargherita ha un dono: sa consigliare a ogni persona il libro giusto. È per questo che, delusa dalla fine della sua storia d’amore, lascia Parigi e torna a Venezia, con l’intenzione di aprire una libreria nella bottega d’antiquariato appartenuta al padre. Poco prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione, rovistando tra vecchie carte, Margherita trova, incastrata in fondo a un cassetto, una foto che ritrae una giovane donna. “Per Anselmo, il mio grande amore”, recita la dedica sul retro, che riporta anche data e luogo: aprile 1945, Borgo degli Albizi, Firenze. Margherita nota con stupore che la ragazza ha al collo un ciondolo identico a quello che le ha lasciato suo zio Anselmo. Com’è possibile? Quel ciondolo è un pezzo unico, non può trattarsi di una copia. Incuriosita dalla scoperta, decide di indagare e parte per Firenze. La sua piccola ricerca la conduce in una libreria, la cui proprietaria è la figlia di Emma, proprio la donna della foto. Ma in quel luogo Margherita conosce anche qualcun altro: Fulvio, uno scrittore un tempo famoso, che non pubblica da anni e che nasconde un mistero nel suo passato…

Una giovane donna alla ricerca del suo passato. Un incontro del destino tra le pagine di un libro.

CORRERETE A COMPRARLO? IO SI :) 

_Giulietta_ 

sabato 14 ottobre 2017

Anteprima - Come un aquila e un delfino

Buongiorno lettori, come state?
Siete sopravvissuti alle influenze tipiche dell'autunno? Io sto ancora cercando di farmi passare il raffreddore ... ma nel mentre non ci si può fermare ed infatti ecco a voi una nuova anteprima ;)

TRAMA
"Il loro fu uno di quegli incontri guidati dal destino, in cui le anime si erano riconosciute, anche se non potevano saperlo."
Arianna e Colin hanno due passioni in comune: l'alchimia fisica e mentale che provano l'uno per l'altra e il sogno di diventare medici, solo che uno è guidato dall'ambizione, l'altra dal solo amore per quel lavoro. 
L'attrazione si combina ben presto con un amore smisurato che li spingerà sempre l'uno verso l'altra. Il diverso modi di concepire il lavoro, invece, li porterà a separarsi e a rincontrarsi più volte nel corso della loro vita, in un processo che sembra non avere fine. Sullo sfondo di tre diversi continenti è narrata una storia d'amore che vuole resistere al tempo e alle distanze. 


VI INTRIGA QUESTA TRAMA?

_Giulietta_ 

lunedì 2 ottobre 2017

Coverface pt.2 - Maze Runner


Here we are! Seconda puntata di coverface ... Siete pronti per addentrarvi in un labirinto?


Esistono varie tipologie di persone. Ci sono quelle amabili, quelle super simpatiche, coloro che fanno della razionalità il loro mantra, e anche i coraggiosi per eccellenza, sempre pronti a sfidare la sorte come per esempio il protagonista di Maze Runner che non ha alcun problema a farsi rincorrere da dei mostri impazziti per tutta la radura... ecco diciamo che io non appartengo a quest'ultima categoria.
Non credo di potermi definire effettivamente una fifona, nei momenti giusti posso anche tirare fuori una certa prontezza di spirito riuscendo anche ad affrontare situazioni estreme (prendere l'aereo conta?) però diciamo che sono una che non ama andarsele a cercare o meglio preferisco rischiare solamente per cose per cui valga veramente la pena. 
Detto questo a volte le nostre paura ... proprio perché sono nostre possono sembrarci molto più grandi di quello che sono e la frase "in realtà non ci tenevo davvero!" può diventare semplicemente una scusa. 
Quindi diciamo che quando io mi sono trovata in mezzo ad un labirinto vero e proprio (non vi dico quale perché il rischio della presa in giro una volta scoperte le piccole dimensioni è dietro l'angolo) non mi sono comportata come Thomas. O almeno ... correre ho corso, ma nella direzione sbagliata. 
Risultato? 
Una pazzoide che correva per ritrovare la sua amica mentre i bambini le passavano accanto tranquilli godendosi l'attrazione del parco. 
Se ho pensato di fare come nei cartoni e passare attraverso le siepi? Si! Se l'ho fatto veramente? Fortunatamente mi era rimasto un po' di pudore insieme ai cartelli "uscita di sicurezza" e il numero dei guardiani del parco pronto sullo schermo del telefono.
Diciamo che della mia decantata prontezza di spirito non ne era rimasta molta  ... dell'esperienza invece? Sì, molto e adesso ... lo rifarei per diversi motivi: 
1. perché sono uscita. (Ovviamente) 
2. Ho fatto delle foto spettacolari (modestie a parte) e ho nel mio cassetto una nuova meravigliosa esperienza.
Morale della favola? (Mi spiace deve esserci) Forse prendersi qualche rischio ragionato  per le menti troppo ragionate non può far altro che bene.
Da coverface per oggi è tutto!

Se avete qualche aneddoto simpatico scrivetemelo nei commenti! E ditemi anche quale altro libro coverface vorreste vedere sul blog. 

Alla prossima ;) 

_Giulietta_ 

domenica 1 ottobre 2017

Cristina Vichi - Release Blitz


Buona domenica lettori! 

Siete in giro a divertirvi? Oppure a casa con una coperta e una tazza di tè bollente fra le mani rassegnandovi all'autunno? 
Oggi io faccio sicuramente parte del secondo scenario, con un pizzico di melanconia in più mentre metto a posto sul computer le foto delle vacanze. 

Smettiamola di piangerci addosso e guardiamo il lato positivo .... ovvero tutti i romanzi che usciranno in questo periodo!
Oggi parliamo di una nuova creazione della scrittrice Cristina Vichi, presentandola in un modo molto particolare ... ovvero con un Release Blitz! 


TRAMA: Nel 1717 una giovane sventurata bruciò viva sul rogo, accusata di stregoneria. Quella drammatica storia fu tramandata nei secoli e il luogo della tragedia prese il nome di Katherine’s City, in memoria della ragazza.
Kassy, diciassettenne del 2017, per strane e oscure ragioni si ritrova a vivere in prima persona la storia di Katherine, la Regina Rossa, scoprendo sulla propria pelle verità dimenticate, segreti inconfessabili e terribili maledizioni.
In un susseguirsi di scoperte sempre più inquietanti, l’angoscia di Kassy raggiunge l’apice quando capisce che la Regina Rossa non le ha rubato solo il corpo, lei vuole anche la sua anima, lei vuole scambiare i loro destini.
Chi brucerà sul rogo in quel terribile 17 ottobre 1717?

BIOGRAFIA: Cristina Vichi vive a Riccione, insieme al marito e tre figli. Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria. L’incontro con la Editor Emanuela Navone è illuminante, perché le permette di sperimentare l’universo della scrittura con maggior consapevolezza e nuovi stimoli. "Quando si conclude un romanzo non conta solo il risultato in sé, ma soprattutto il percorso che l’autore ha compiuto per arrivare a mettere la parola fine alla sua opera." 
Di seguito le sue opere:
“Celeste: L’Ardore di una Donna” (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.
“Destini Ingannati” (Seconda edizione: 06/01/2017). Romance/Mistery autoconclusivo.
“Celeste: La Forza di una Regina” (10/08/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.
“E se poi te ne penti?!” (01/12/2016). Romance/Humor, autoconclusivo.
Tander: Dentro dinoi l’energia dei Fulmini” (20/05/2017). Urban/Fantasy autoconclusivo.


A me questa trama ispira veramente moltissimo. Non vedo l'ora di leggere un libro. Voi cosa ne pensate? 

_Giulietta_ 

mercoledì 27 settembre 2017

Week's song

"Too good at goodbyes" la nuova canzone di Sam Smith. Se non vi è ancora entrata in testa, vuol dire che non l'avete ancora ascoltata ;) . 




TESTO 

You must think that I'm stupid
You must think that I'm a fool
You must think that I'm new to this
But I have seen this all before

I'm never gonna let you close to me
Even though you mean the most to me
'Cause every time I open up, it hurts
So I'm never gonna get too close to you
Even when I mean the most to you
In case you go and leave me in the dirt




And every time you hurt me, the less that I cry
And every time you leave me, the quicker these tears dry
And every time you walk out, the less I love you
Baby, we don't stand a chance, it's sad but it's true


I'm way too good at goodbyes
(I'm way too good at goodbyes)
I'm way too good at goodbyes
(I'm way too good at goodbyes)

I know you're thinkin' I'm heartless
I know you're thinkin' I'm cold
I'm just protectin' my innocence
I'm just protectin' my soul


I'm never gonna let you close to me
Even though you mean the most to me
'Cause every time I open up, it hurts
So I'm never gonna get too close to you
Even when I mean the most to you
In case you go and leave me in the dirt




And every time you hurt me, the less that I cry
And every time you leave me, the quicker these tears dry
And every time you walk out, the less I love you
Baby, we don't stand a chance, it's sad but it's true.
TRADUZIONE

Devi pensare che sono stupido 
Devi pensare che sono uno sciocco 
Devi pensare che sono nuovo a questo 
Ma l'ho già visto prima

Non ti lascerò mai avvicinarti a me 
Anche se tu intendi il meglio per me 
Perché ogni volta che mi apro, fa male 
Quindi non mi permetterò di essere mai troppo vicino a te 
Anche quando voglio il meglio per te 
Nel caso tu te ne vada e mi lasci nella sporcizia.

Ogni volta che mi fai male, il minimo è che io pianga. 
E ogni volta che mi lasci, più rapidamente queste lacrime si asciugano 
E ogni volta che ti allontani, meno ti amo 
Baby, non abbiamo una possibilità, è triste ma è vero

Sono troppo bravo con gli addii 
Sono troppo bravo con gli addii 
In nessun modo mi vedrai piangere 
Sono troppo bravo con gli addii

So che stai pensando che sono senza cuore 
So che stai pensando che sono freddo 
Sto solo proteggendo la mia innocenza 
Sto proteggendo la mia anima

Non ti lascerò mai avvicinarti a me 
Anche se tu intendi il meglio per me 
Perché ogni volta che mi apro, fa male 
Quindi non mi permetterò di essere mai troppo vicino a te 
Anche quando voglio il meglio per te 
Nel caso tu te ne vada e mi lasci nella sporcizia.

Ogni volta che mi fai male, il minimo è che io pianga. 
E ogni volta che mi lasci, più rapidamente queste lacrime si asciugano 
E ogni volta che ti allontani, meno ti amo 
Baby, non abbiamo una possibilità, è triste ma è vero



Vi piace questa canzone? l'avete già ascoltata? :)

_Giulietta_

Summer Wish-list

Buongiorno cari lettori, alla fine siamo arrivati a Venerdì! Una persona normale sarebbe felice del weekend imminente, io invece, con un...