venerdì 31 marzo 2017

The beauty and the beast


Penso di non essere molto originale nel dire che probabilmente "Belle" è stata per ogni ragazza appassionata di lettura uno scoglio sicuro di salvezza. La Disney ha reso reale per le "book addicted" quello che ognuno di noi spera: sapere di essere giusti nelle nostre stranezze. Una forte contraddizione, ma molto reale, perchè anche se ci illudiamo di essere la persona caratterialmente più forte sulla faccia della terra, abbiamo bisogno delle nostre piccole certezze per riuscire a perseverare nelle nostre convizioni.
Per questo ci piace tanto ritrovare caratteristiche simili alle nostre nei protagonisti dei film e dei libri che leggiamo, perché ci fa sentire inevitabilmente più sicuri di noi stessi assomigliare ad un personaggio che ammiriamo. 
Può sembrare mancanza di carattere, ma in realtà penso sia solo ortogenesi della natura umana e almeno di questo in fondo, possiamo non farcene una colpa. 
Tutto questo ragionamento molto filosofico (in questi giorni mi sento ispirata) l'ho fatto per dirvi che "The Beauty and The Beast" insieme agli aristogatti e ad Arial fa parte dei miei cartoni Disney preferiti e da quando hanno mandato in onda il primo trailer della trasposizione cinematografica che tanto ha fatto parlare di sè, non ho potuto evitare di correre al cinema per vederla. Naturalmente anche il fatto che Emma Watson fosse nel cast non ha fatto altro che aiutare visto che la seguo come attrice dal primissimo Harry Potter. 
Che dire, per me non ha per nulla deluso le aspettative maturate in questi tanti mesi di pubblicità. L'ho adorato, mi ha fatto rivivere gli stessi sentimenti che avevo provato da bambina vedendolo, e forse ancora più forti grazie alla bravura dei personaggi e alla loro capacità di calarsi perfettamente nelle parti assegnate. Gli effetti speciali oltretutto sono spettacolari e l'espressività della Bestia fantastica. Non riesco a trovare un difetto a questa trasposizione, forse la mia opinione sarà influenzata dall'attaccamento che ho verso questa storia, ma in fondo non si può essere oggettivi quando si parla di parti della propria infanzia. 

Consiglio a tutti gli appassionati di vederlo e di godersi due ore di magia Disney. 

VOI L'AVETE VISTO? VI E' PIACIUTO? 

_Giulietta_

mercoledì 1 marzo 2017

LA LA LAND - Cinema Stellato


Premetto che per me non sarà facile essere oggettiva su questa pellicola perché i protagonisti fanno parte della lista dei miei attori preferiti, in particolare Emma Stone che ammiro per la spontaneità con cui interpreta ogni ruolo assegnatole, non preoccupandosi di apparire sempre perfetta alla cinepresa mettendo al primo posto la recitazione.


Questo film ha letteralmente fatto il giro del mondo portandosi a casa (quasi) ogni premio possibile: Oscar come migliore attrice protagonista, miglior regia, migliore canzone per il brano "City of Stars", miglior colonna sonora, miglior fotografia e scenografia.
Chazelle decide di dare nuovamente vita ad un genere quasi dimenticato sul grande schermo: il musical. Cerca di creare una nuova coppia del cinema che possa permanere nel tempo: Mia e Sebastian magistralmente interpretati dai due protagonisti.
Ryan ha dovuto studiare per mesi il pianoforte fino a raggiungere un livello tale da riuscire a suonare senza il piano senza l'ausilio di una controfigura e Emma, abituè dei musical grazie a Boradway, ha dovuto anche lei allenarsi duramente per rendere perfetti i balletti.
"Abbiamo lavorato molto alla preparazione con la coreografa Mandy Moore e per due mesi abbiamo provato ogni giorno" Dichiara l'attrice "E' stato molto divertente, perché avevo già fatto danza in passato, ma questa volta ho dovuto imparare il tip tap, e danza jazz e da sala, un linguaggio completamente nuovo."
Un film che ad una prima impressione se si trascende la bravura degli attori può sembrare banale, ma in realtà mi ha stupito con un finale che non mi aspettavo. Ha un gusto retrò che lo trasforma quasi in un omaggio alle grandi opere che ci sono state prima di lui.
Ho sentito opinioni discordanti su questa pellicola, ma devo ammettere che l'ho veramente apprezzata. Probabilmente è stato fatto talmente tanto rumore prima dell'uscita che le aspettative non erano alte, ma stellari, e quindi difficili da accontentare. Però anche se si è trattato di un musical (genere che non prediligo) mi ha coinvolta.

Il mio giudizio su "La la land" è sicuramente positivo, qual'è invece il vostro? 

_Giulietta_