martedì 30 dicembre 2014

Space Runners

Salve miei cari lettori, oggi vorrei presentarvi una recensione di un libro diverso da quelli che leggo di solito: un romanzo di Fantascienza. Non mi dilungo oltre con la descrizione perché la mia opinione la troverete nella recensione Tò... ho fatto la rima.

Titolo: Space Runners
Autore: Daniele Federico 
Prezzo: 0,99 €
Pagine: 94
Voto: 4/5
_Recensione_

Spegnimento sistema fisioterapeutico        [OK]
Avvio criogenizzazione               [OK]
Controllo modulo di navigazione        [OK]
Preparazione per salto n. 1       [OK]
Avvio salto n. 1        [OK]
 
E’ così che tutto è iniziato.
Una volta che il computer della navetta Space Runners ha programmato il salto non si può più tornare indietro.
100 astronavi sono partite, ma solamente una ha raggiunto i confini dell’universo, un obbiettivo tanto bramato, ma allo steso tempo sconfortante, perché Daniel con la sua sciocca smania di voler partecipare a quella spedizione ha perso l’unica persona che contava davvero, colei che amava.
Daniel è tornato indietro ed è stato ritrovato criogenizzato da degli astronauti della WSA, ormai è nel 2234, ma la sua memoria non è completa e non può fornire tutte le risposte, perché le domande fanno riaffiorare troppi ricordi dolorosi .

“Anche i suoi modi sono per me difficili da comprendere. Soprattutto l’emozione con cui accompagna le parole.”

Un romanzo fantascientifico coinvolgente che non si limita a descrivere in maniera distaccata una missione spaziale, ma narra le emozioni e i sentimenti degli astronauti e esprime anche una visione di quello che potrebbe essere il mondo da qui a duecento anni.
Scorrevole e dinamico alterna parti strutturate come rapporti ufficiali della WSA a scambi di battuta fra Daniel, Claire e il Computer, che ti danno la sensazione di poter assistere in prima persona alla loro missione.
Space Runners è una spedizione crudele che ci fa comprendere l’avidità degli uomini. A volte le persone per raggiungere i propri obbiettivi sono disposti a sacrificare tutto quello che hanno, anche la cosa più importante: la vita.



COSA NE DITE? QUESTO LIBRO VI PIACE?
_Giulietta_
  

lunedì 29 dicembre 2014

Funny Girls

Buondì Cari lettori, mancano pochi giorni a capodanno, avete già organizzato la grande festa? Oppure come succede sempre non avete ancora deciso dove andare? 
L'importante è passare una serata in compagnia e divertirsi, a proposito di divertimento ho il libro con il titolo giusto per inaugurare questa settimana: Funny Girl. 

Titolo:Funny Girl
Autore: Nick Hornby
Pagine: 335
Prezzo: 18,50
Casa editrice: Guanda 
Voto: 5/5 
_Recensione_ 

"Barbara sapeva di non voler diventare reginetta per un giorno, e nemmeno per un anno. Non voleva diventare reginetta e basta. Voleva solo andare in televisione e far ridere la gente." 

E' per questo che Barbara rifiuta il titolo di Miss. Blackpool, perché lei vuole trasferirsi a Londra, una città degli anni '60 vibrante e dinamica, pronta a cambiare e a modellarsi con il tempo. 
Anche lei è disposta a cambiare, infatti Barbara presto modificherà la sua identità diventando Sophie, un nome adatto al suo obbiettivo: andare in televisione e far ridere la gente
Non vuole essere una delle tante ragazze che vengono coperte d'oro per fare le soubrette (che a pensarci bene lei, non sa nemmeno cosa voglia dire). 
Senza esperienza ne raccomandazione Sophie non è presa sul serio dal suo manager quando gli dice di voler fare l'attrice: ha conosciuto troppe belle ragazze partite con quel sogno, ma presto rimaste deluse. Per Sophie però sarà diverso e Brain dovrà ricredersi perché, fra tutti colloqui scadenti che le ha proposto per farla desistere, lei riuscirà a strabiliare il gruppo degli imbelli entrando nel loro cuore. Sta per diventare la protagonista di una sitcom prodotto dalla BBC e con lei iniziare la sua più bella avventura che porta un titolo: Barbara (e Jim). 


Un romanzo che segue la vita di questa giovane e seducente ragazza accompagnandola per tutta la sua carriera. 
Un finale diverso e significativo che racconta il momento più temuto dalle star, ma che ognuna di esse primo o poi dovrà provare: perché la notorietà è come una ruota panoramica, quando raggiunge la vetta poi inizia a scendere. 

COSA NE DITE? 
VI E' PIACIUTO QUESTO LIBRO? E LA RECENSIONE? 

_Giulietta_ 

mercoledì 24 dicembre 2014

Buon Natale

Carissimi lettori, 

Oggi finalmente è arrivata la vigilia di Natale! Quindi Vorrei farvi i miei più sentiti Auguri di Buone Feste e Felice anno Nuovo. 
Non penserete mica che sia finita qui vero? 
Non sarebbe da me farvi gli auguri senza una piccola sorpresa! 
In questo Post metteremo tutte le idee per dei regali natalizi libreschi e naturalmente Ogni vostra proposta sarà ben accetta ;) 

REGALI LIBRESCHI: 

Ho ricevuto ieri questa collana da una mia amica!  
Cosa ne dite, vi piace? Io la trovo stupenda! E penso che dei Gadget libreschi facciano sempre piacere ai veri appassionati, quindi questo è il primo regalo che vi consiglio! 
Harry Potter, Hunger Games, Divergent... sbizzarritevi... ce n'è veramente per tutti i gusti, e non solo collane o braccialetti, ma anche borse con le frasi salienti del libro, oppure maglie con i simboli memorabili, insomma, abbiamo l'imbarazzo della scelta; anche se so che questi regali non sono semplici da trovare, ma sono certa che se fate un giro su internet li scoverete sicuramente. 






Un'altro regalo a mio parere utile potrebbe essere un abbonamento ad un giornale come IL LIBRAIO
L'ho scoperto da poco, ma trovo che sia una meravigliosa piattaforma d'informazioni per gli amanti dei libri. Tutte le ultime uscite e le novità letterarie sono racchiuse in questo giornale! Contenuti cartacei si miscelano con informazioni digitali dando ampia scelta al lettore.





Un'altra bella idea potrebbe essere quella di trovare delle soluzioni originali per la sistemazione dei libri che non si sa mai dove metterli e finiscono per nascondersi in ogni meandro più remoto della casa
Mensole, cassetti, contenitori a scomparsa, qualsiasi cosa pur di ottimizzare lo spazio! 



L'ultimo regalo che mi viene in mente è quello di un libro Autografato! Un libro normale ha già il so fascino, ma se riuscite a strappare un autografo allo scrittore, avrà tutto un altro sapore :)




COSA NE DITE, QUALE SAREBBE, FRA QUESTI, IL VOSTRO REGALO PREFERITO?
AVETE IN MENTE QUALCHE ALTRO DONO?

_Giulietta_

lunedì 22 dicembre 2014

Ti prego lasciati odiare

Salve carissimi lettori, 
siamo già al 22 dicembre, non ci posso credere! Non so Voi, ma il natae er me quest'anno è arrivato veramente moto in fretta :)

Oggi come ben sapete dobbiamo rispettare il nostro appuntamento con "Il libro della settimana", perciò senza indugiare oltre Vi dico che questa volta vorrei consigliarvi un romanzo diverso da quelli che solitamente prediligo, ma che nonostante questo ho letto tutto di un fiato. 
Leggero e simpatico, adatto per liberare la mente. Un libro di una scrittrice che ammiro molto per la sua capacità narrativa. 

Titolo: Ti prego lasciati odiare 
Autrice: Anna Premoli 
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 320
Casa editrice: Newton Compton

_TRAMA_
Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due diverse squadre nella stessa banca d'affari, tra di loro la competizione è altissima e i colpi bassi e le scorrettezze non si contano. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, i due sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: la gestione dei capitali di un facoltoso e nobile cliente. E così si ritrovano a passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l'orario d'ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di tutta Londra e le sue accompagnatrici non passano mai inosservate: basta un'innocente serata trascorsa a uno stesso tavolo perché lui e Jennifer finiscano sulle pagine di gossip di un giornale scandalistico. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con Jenny hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca col facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ma ben presto portare avanti quello che per Jenny sembrava un semplice accordo di affari si rivela più complicato del previsto.

COSA NE PENSATE?
VI PIACE COME LIBRO DELLA SETTIMANA?

_Giulietta_ 

venerdì 19 dicembre 2014

The book that I wish

Salve miei cari lettori, 
Eccoci di nuovo qui anche se è un po' di tempo che non aggiorniamo questa reading challane, devo ammetterlo. 
Si avvicina natale perciò è un bene riprendere la Reading Challange intitolata: The book that I wish! 
Voi li avete letti i vostri libri desiderati? Io ho letto Divergent, ma storia di una ladra di libri devo ancora comprarlo! Ai, Ai. 

E voi, se non avete ancora aderito all'iniziativa andate a vedere QUI per scoprire le regole. 

Altrimenti date un'occhiata QUI se volete sapere la classifica aggiornata dei libri più desiderati! 

Adesso il sondaggio per aggiornare un po' la nostra classifica che si dipinge con i colori natalizi!

Quale libro vorreste sotto l'albero?
 
pollcode.com free polls


Se volete proporre nuovi titoli e partecipare alla READING CHALLANGE Vi basterà commentare sotto questo post ;) Così potremo aumentare sempre di più i titoli della nostra classifica :)
ALLORA CHE LIBRO PROPONETE?

_Giulietta_ 

giovedì 18 dicembre 2014

A un passo dalla vita

Salve miei carissimi lettori,
Oggi Vorrei presentarvi un libro un po' diverso dal solito dal titolo molto interessante che fa già riflettere: A un passo dalla vita. 

Titolo: A un passo dalla vita
Autore: Thomas Melis 
Prezzo: 1,99 € (E-book)
Pagine: 320
Casa editrice: lettere animate 
_SINOSSI_
È una Firenze fredda, notturna e mai nominata quella che fa da palcoscenico alla storia di Calisto e dei suoi sodali. La città è segnata dalla crisi globale, dietro l’opulenza pattinata del glorioso centro storico si nasconde la miseria dei quartieri periferici. Calisto è intelligente, ambizioso, arriva dal Meridione con un piano in mente e non ha intenzione di trasformarsi in una statistica sul mondo del precariato. Vuole tutto: tutto quello che la vita può offrire. Vuole lasciarsi alle spalle lo squallore della periferia – gli spacciatori, la prostituzione, il degrado, i rave illegali –, per conquistare lo scintillio delle bottiglie di champagne che innaffiano i privè del Nabucco e del Platinum, i due locali fashion più in voga della città. Calisto vuole tutto e sa come vincere la partita: diventando un pezzo da novanta del narcotraffico. 

Cupamente, nella rappresentazione di un dramma collettivo della “generazione perduta”, schiava di un sistema socioeconomico degenere e illusa dalle favole di una televisione grottesca, si snoda questa storia di ingiustizie e tradimenti, ma anche di amicizie e amori forti tragicamente condannati. Perché il male non arriva mai per caso e la vita non dimentica mai nulla, non perdona mai nessuno.
Fonti: 
Lo scrittore
COSA NE PENSATE? 

_Giulietta_ 


mercoledì 17 dicembre 2014

L'apprendista di babbo natale


Salve cari lettori, 
Scusate se in questi giorni vi ho trascurati non scegliendo neanche il libro della settimana!
Ci tenevo a ringraziarVi perché  siete arrivati a 50 ISCRITTI, sono veramente felicissima, e per questo vorrei farvi una sorpresa natalizia la conta alla rovescia si limita a otto giorni, un bellissimo racconto di natale intitolato "L'apprendista di Babbo Natale". 

Titolo: L'apprendista di Babbo Natale 
Autore: Bonifacio Vincenzi 
Casa editrice: Kymaera edizioni 
Pagine: 39
Voto: 4,5/5

_Recensione_

Questo e-book  uscito il 25 novembre è una meravigliosa favola che riesce a risvegliare nel cuore di tutti i lettori lo spirito natalizio. 
Una storia che fa riflettere, ma anche sorridere grazie a personaggi come l'angioletto custode, un po' pasticcione di Nicolaus: il bimbo scelto da Babbo Natale come suo apprendista e futuro successore. 

"Non esistono bambini down. I bambini, agli occhi di Dio, sono tutti uguali."

Ed è proprio questa la meravigliosa morale della storia che spesso nella vita quotidiana scordiamo: i bambini, devono essere considerati tutti in ugual maniera e sarà solamente la bontà del loro cuore a diversificarli. 

Nicolas è un bambino buono, altruista e talmente modesto da non credere alla proposta di Babbo Natale, ma per fortuna con le parole dello stesso e quelle dell'angelo custode si convincerà e sarà felicissimo di aiutare il suo maestro nel giorno più importante: quello della distribuzione dei regali ! 
In questo racconto Nicolas riesce a trasmetterci la sua felicità e tramite il discorso che fa a Simone anche il suo meraviglioso modo di vedere la vita. 

COME VI SEMBRA QUESTA FAVOLA? 
GIUSTA PER IL PERIODO NATALIZIO CHE STA ARRIVANDO ? 

_Giulietta_ 



lunedì 8 dicembre 2014

Il canto di natale

Salve cari lettori, 

L'avete fatto l'albero di natale? Io sinceramente non ancora, tutti li anni è la stessa storia, fino alla vigilia non lo allesto e poi per la par condicio non lo smonto fino a pasqua XD 

Oggi come tutti i lunedì presentiamo il nostro libro della settimana!

Titolo: Il canto di natale
Autore: Charles Dickens 
Prezzo: 6,90 €
Pagine: 143
_TRAMA_

Nella fredda notte che annuncia il Natale, il vecchio Scrooge, visitato dal fantasma del suo vecchio socio in affari, si trova a compiere un viaggio nel passato, nel presente e nel futuro della sua miserevole vita. Solo messo di fronte a se stesso Scrooge imparerà il valore della solidarietà. Questa è la celeberrima trama di una delle storie più raccontate e rivisitate dal cinema e dalla letteratura mondiale. Il classico di Dickens, presentato nella sua veste originale, riesce ad affascinare come sempre, e rievoca magicamente lo spirito natalizio.


QUESTO LIBRO VI RIPORTA AL'INFANZIA? 
_Giulietta_ 

mercoledì 3 dicembre 2014

Very good lives

Notiziona cari lettori,

E' stata annunciata dalla Little brown and company che ad aprile uscirà un libro illustrato sul discorso che la J.K Rowling ha tenuto per gli studenti di Harvard. Le vendite del volume andranno a beneficio di Lumos (Un'organizzazione di carità formata dalla Rowling che ha la finalità di aiutare i bambini svantaggiati) e di aiuti finanziari a livello universitario presso Harvard.  
Il libro non sarà disponibile fino al 14 aprile 2015, data di uscita nelle librerie inglesi e americane. 
Penso che sia una bella iniziativa, per questo ho voluto condividerla con voi. 
VOI COSA NE PENSATE? 

Se volete saperne di più potete andare QUI

_Giulietta_ 

Il tempo delle arance

Salve a tutti miei cari lettori,
È un po di tempo che non pubblico un post per la rubrica "il libro dei dolci" Perciò ho deciso di rimediare con una ricetta che ho chiamato - Il tempo delle arance -. 
Non so se per voi è lo stesso, ma in casa mia in questo periodo i cestini della frutta si fanno molto ripetitivi: Arance, arance, mandarini, arance, mele, arance, mandarini,.... Direi che il colore predominante è sicuramente l'arancione, perciò adesso Vi consiglierò una ricettina veloce veloce di una torta buonissima modestamente

_IL TEMO DELLE ARANCE_ 

Ingredienti

- 250gr di farina OO
- 180gr di spremuta d'arancia (1 emmezza)
- 1 arancia per la bagna 
- 150gr di zucchero 
- 70 gr di burro 
- 30 gr d'olio
- 3 uova 
- 1 bustina di lievito 

Ricetta facile, tempo totale circa un'ora. 



PROCEDIMENTO 
Prima di tutto imposto il forno a 180 gradi perché si scaldi. Poi rompo le uova in una ciotola e le miscelo con lo zucchero in modo da ottenere un composto spumoso, chiaro e senza grumi. Intanto in un padellino metto il burro a sciogliere attenzione che non bruci ... a me è già successo. 

Poi spremete l'arancia e aggiungetela all'impasto spumoso che avete creato con le uova e lo zucchero.li metto insieme così mi sento meno in colpa, sembra che ci siano meno grassi. Fatto questo aggiungete la farina setacciata e mescolate con una frusta affinché non si formino grumi, per ultimo andrà lo lievito. 
Aggiungete anche il burro e l'olio
Adesso il nostro impasto è pronto per andare in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti circa. 

Mentre la torta cuoce spremete l'arancia rimasta, quando avrete tolto il dolce dal forno e si sarà raffreddato lo bagno con l'arancia spremuta, fidatevi è una piccola accortezza, ma così facendo la torta sarà molto più buona e soffice. 

Non ci potrete credere, ma la ricetta è finita, non mi resta che dirvi... Buon appetito. 

VI E' PIACIUTA QUESTA RICETTA? 

_Giulietta_ 

martedì 2 dicembre 2014

Solstice _L'incantesimo d'inverno_

Buonasera Fuocherelli, 
Ok sul nome possiamo ancora lavorarci
Come state? 
Lo so, sentite la mancanza di un post per un autore emergente vi leggo nel pensiero, perciò eccoci qui con la presentazione di Solstice _L'incantesimo d'inverno_ 

Titolo: Solstice _L'incantesimo d'inverno_
Autrice: C.E.A. Bennet
Prezzo:3,99 € (formato e-book) 
Pagine: 392

_TRAMA_

Emma ha quasi sedici anni e due sorelle, Eileen e Constance. Vivono a Saint Claire, tranquilla cittadina del Connecticut, insieme alla madre Kate e a Miranda, la misteriosa donna comparsa nelle loro vite da quando il padre le ha abbandonate. 
Le Hataway non sono donne normali, ma streghe costrette a nascondere la loro natura e i loro poteri per rispettare le leggi dei Custodi, ai quali devono obbedienza. Leggi che Emma ha infranto quando era solo una bambina per aiutare quelli che sarebbero diventati i suoi migliori amici, Sam e Alec.
Da allora i tre sono inseparabili nonostante Emma sia costretta a nascondere il segreto che più le sta a cuore.

Non è l’unica, però, a mentire alle persone che ama. Cosa nascondono Kate e Miranda? Quali sono i terribili segreti seppelliti nel loro passato? Perché il padre è scomparso all'improvviso senza lasciare traccia?

"I segreti. Non è per questo che li custodiamo? Perché sappiamo quanto male possono fare? Come armi che chiunque può usare contro di noi. Cominciavo a capire perché quel potere fosse stato dato alla seconda figlia.
 Se conosci il segreto di qualcuno, lo hai in pugno."



Alec Stevens ha sedici anni e molte domande. Spesso ha la sensazione che Emma conosca tutte le risposte. Emma. Cosa lo lega a lei e allo stesso tempo la rende irraggiungibile? Che cosa nasconde?



Nel tentativo di svelare e nascondere i segreti che li circondano, Alec ed Emma non si accorgono che qualcuno si muove e li osserva nell'ombra in attesa che arrivi il momento di mettere in atto la sua vendetta.



La storia, raccontata in prima persona da Emma e Alec, inizia con due episodi dell'infanzia destinati a cambiare per sempre le loro vite.
Dopo un salto di dieci anni li ritroveremo alle prese con un sentimento molto umano, un passato famigliare turbolento e dei poteri che non facilitano le cose, anzi...
Una storia d’amore, di amicizia e di legami famigliari burrascosi, ma profondi. Con un pizzico di magia.


_BIOGRAFIA_ 

C.E. A Bennet. Laureata in Giornalismo, è nata e cresciuta a Verona. Attualmente vive a Bologna dove lavora come copy e addetta stampa. L’incantesimo d’Inverno è il suo romanzo d’esordio, nonché il primo capitolo della saga Solstice. Ah già. Le piacciono i treni.

Fonti
www.amazon.it 
la scrittrice
_Giulietta_ 

lunedì 1 dicembre 2014

La principessa che credeva nelle favole

O mamma mia, non ci posso credere è già dicembre. Non so se per voi è stato lo stesso, ma questi mesi stanno passando velocissimi, sono sicura che domani mi sveglierò e sarò già nel 2015.

Oggi oltre essere il primo dicembre è anche lunedì sig sig, perciò è il momento del "Il libro della settimana!"

Titolo: La principessa che credeva nelle favole 
Autrice: Marcia Grad Powers
Prezzo: 8,90 €


TRAMA

Ecco la storia di una principessa che trova il suo principe azzurro ma che scopre, che non è tutto azzurro ciò che somiglia al cielo, e che nessun dolore è più atroce di quello inflitto dalla persona amata. 
Una serie di avventure in luoghi fantastici in compagnia di personaggi spiritosi e saccenti la porterà, insieme alle lettrici, a distinguere i sogni dalla realtà, a scoprire cosa sia veramente l'amore.

Potete trovare la recensione QUI

COSA NE PENSATE DI QUESTO LIBRO DELLA SETTIMANA?

_Giulietta_ 

mercoledì 26 novembre 2014

Il ritorno di Inna-Mok

Salve miei carissimi lettori,

Come state?
La sentite l'aria natalizia che incomincia  a propagarsi per le vie delle strade addobbate? Eh già, perché ormai manca meno di un mese alla  festa dell'anno che preferisco.

Cambiando discorso, oggi vorrei presentarvi una nuova recensione, spero che vi piaccia ;)

Titolo: Il ritorno di Inna-Mok
Autore: Max Giorgini
Prezzo: 15,70 € cartaceo e 6,99 € e-book
Pagine: 227
Casa Editrice: 0111 
Voto: 4/5
_RECENSIONE_
Quello che solitamente ci fa rimanere legati ad un romanzo è il protagonista che imprimendo indelebilmente la propria storia nelle nostre menti ci fa condividere tutte le sue emozioni. Spesso però si rischia di banalizzare il racconto, creando sbiadite copie di personaggi già visti ed amati che non possono essere replicati, questo non accade nel “Il Ritorno di Inna-Mok” un fantasy sicuramente fuori dall’ordinario.
L’originale e intrigante trama non permette di attuare una lettura superficiale, ma obbliga ad aumentare l’attenzione recependo non solamente il significato letterale del testo, ma anche quello allegorico che si può percepire dalle azioni e dai caratteri dei numerosi personaggi che susseguendosi per tutta la narrazione la rendono frizzante anche se a volte poco scorrevole a causa dei frequenti cambi di prospettiva che destabilizzano un poco il lettore.  
Una storia didascalica che grazie a un mondo inventato (la Terra di Ruhel) rappresenta tutte le sfaccettature del carattere umano e ci mostra le mutazioni che una persona può manifestare. L’esempio più eclatante lo ritroviamo in Nystrid, giovane e bella ragazza trasformata in un orribile bestia da un incantesimo impazzito, sarà costretta a rapportarsi con le nuove opinioni della gente che in un primo tempo la feriranno, ma poi quando comprenderà il vero valore nascosto nel suo corpo deforme, si renderà conto di non voler assomigliare a nessun altro.  Troviamo anche Rush, ragazzo determinato e ribelle caratterizzato da una grande forza di volontà e  forti sentimenti che animandogli il cuore gli permetteranno di rimanere sempre se stesso.

“Dentro di me non diventerò mai uno schiavo. Io voglio scappare, lo vorrò sempre, finché non sarò libero o finché non sarò morto.”

E infine Inna-Mok, ritornato dopo secoli di prigionia sarà pronto a tutto per raggiungere i propri scopi crudeli, ma anche lui, come gli altri, presenta delle vulnerabilità, ricordandoci che in questo mondo alla fine siamo tutti uguali.
Il potente negromante cercherà in qualsiasi modo di ritornare a terrorizzare la Terra di Ruhel, non ricordandosi cosa può fare una piccola speranza, la speranza di un gruppo di giovani che compirà l’impossibile per riportare il pugnale incantato alla tomba della potente maga ragazzina Veroné, l’unica che può sconfiggere una volta per tutte l’incubo del terribile Inna-Mok.
Ce la faranno? Le vite di questi personaggi da prima così distanti avranno alla fine uno scopo comune?
Tante ere diverse si influenzano aiutandosi l’un l’altra, creando un delicato equilibrio chiamato Terra di Ruhel.


_Giulietta_ 

domenica 23 novembre 2014

Le parole

Salve cari lettori...
Vorrei augurarvi buona domenica con un appuntamento della rubrica "Pensieri" che questa volta presenta una poesia.


LE PAROLE
Come un fiume in piena
sommergono la città
fluiscono
scorrono
invadendo la mente
con la loro voracità.


VOI INVECE COSA NE PENSATE DELLE PAROLE QUANDO SONO TROPPE?




_Giulietta_

lunedì 17 novembre 2014

Maze Runner il labirinto

Salve a tutti miei carissimi lettori, 

Oggi come libro della settimana Vorrei proporvi un Bestseller in ascesa che da poco è stato anche rappresentato cinematograficamente: Maze Runner. 

Titolo: Maze Runner 
Autore: James Dashner
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 408
Casa editrice: Fanucci editore

TRAMA

Quando Thomas si risveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei
Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore. Il mistero si infittisce quando - senza che nessuno se lo aspettasse - arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di qualsiasi altra via di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo... o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire. 
Fonti: www.ibs.it 
Qual'è la Vostra opinione? :) 

_Giulietta_ 

martedì 11 novembre 2014

I guardiani della galassia


Salve ragazzi, 


Ecco a voi un post della rubrica "Libri e film". 

Non so se lo sapete, ma la Marvel è l'autrice di un fumetto intitolato "Guadians of the galaxy" da cui da poco tempo è stato tratto un film che qualche giorno fa ho visto e che mi è  piaciuto molto per l'azione accompagnata da simpatica ironia! 
Questo film è stato prodotto dalla Marvel Studios, ma poi distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures. 

Il protagonista è Star Loard, interpretato da Christoher Michael Pratt, un autore statunitense. Star Loard il cui vero nome è Peter Quill è un umano con poteri fisici e psitici molto sviluppati e vive in questo mondo alieno da criminale, fino a quando non si vedrà costretto a salvare la galassia da Drax.

Nel team abbiamo anche una figura femminile Gamora che è interpretata da Zoe Saldana.
Poi c'è il personaggio più simpatico Rocket che è un orsetto lavatore con il suo scagnozzo Groot.


Vi piacciono i film tratti dai fumetti? 

_Giulietta_ 

lunedì 10 novembre 2014

Hunger Games

Salve cari lettori,

Avete sentito che sta per uscire la prima parte dell'ultimo film di Hunger Games al cinema? Io ho visto la pubblicità ieri, quasi non ci credevo ^.^
E siccome non ho mai consigliato nemmeno un libro di questa trilogia come "Libro della settimana" Questa mi è sembrata l'occasione adatta! ;)

Titolo: Hunger Games
Autrice: Suzanne Collins 
Prezzo: 13,00 € (brossure) 
Pagine: 370
Casa editrice: Mondadori

 TRAMA

Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.
Fonti: www.ibs.it



VI E' PIACIUTO QUESTO LIBRO DELLA SETTIMANA? 




_Giulietta_

domenica 9 novembre 2014

New Rating

Salve a tutti cari lettori,

Come sapete Storie attorno al fuoco non ha mai avuto un vero e proprio rating, perciò finalmente oggi mi sono decisa e l'ho creato!
Spero che vi piaccia, perché come sempre la vostra opinione è quella più importante ^.^


COSA NE DITE? 

_Giulietta_

martedì 4 novembre 2014

The Giver Book Tag

Salve a tutti cari lettori, 

Lo so, in questi giorni vi ho trascurato saltando di nuovo il lunedì del libro della settimana, ma probabilmente capirete se vi dico: cambio di Adsl. 
Comunque adesso siamo qui e ho in serbo per voi una piccola sorpresa: Un meraviglioso Book Tag. 
Spero che Vi piaccia!
A questo LINK potrete trovare la recensione di The Giver.




THE GIVER BOOK TAG:

REGOLE (molto semplici): 
1. Citare il blog creatore del book Tag e il blog in cui avete trovato il book Tag.
3. Taggare altre blogger.
2. Rispondere alle domande e divertirsi.


INIZIAMO: 
Io vorrei taggare Francy di Never Say Book, Eliza della biblioteca di Eliza e Giada G di Books in the starry Night! 
Naturalmente le persone taggate non sono obbligate a fare il Tag e le persone che non ho taggato vorrei mettervi tutti se vogliono possono farlo!

1. Se doveste scegliere un solo libro da mantenere nella vostra società, dovendo eliminare tutti gli altri, quale sarebbe?

Senza ombra di dubbio "Harry Potter", perché mi manterrebbe viva la fantasia.








2. La scena che più vi ha colpito di un romanzo e che rimarrà per sempre nelle vostre memorie.

Non c'è bisogno di aggiungere nient'altro!














3. Qual è la copertina che vorrestevedere per prima se viveste nel mondo di Jhonas ?

Adoro la copertina di "Wings" di Aprilynne pike, Con i suoi colori delicati mi trasmette una sensazione di tranquillità.









4. Citate un libro in cui avete trovato una buona precisione di linguaggio (scrittura semplice, ma coinvolgente).

Penso "Non volare Via" di Sara Rattaro, linguaggio semplice, ma coinvolgente.









5. Il libro che vi ha permesso  di vedere oltre.
"Uno nessuno e centomila" di Pirandello, un libro che ti fa pensare.









6. Un mondo restrittivo che non lascia scelta ai suoi abitanti.
Mi viene in mente il mondo di "Matched" inventato da Ally Condie.









7. Infine, Qual è la cosa che più vi mancherebbe se doveste vivere in un mondo come quello di Jhonas?
Penso che quello che più mi mancherebbe sarebbero le emozioni, perché non senza di loro non si può parlare di vita.








VI E' PIACIUTO QUESTO TAG?
LO RIFARETE? 

_Giulietta_