mercoledì 26 novembre 2014

Il ritorno di Inna-Mok

Salve miei carissimi lettori,

Come state?
La sentite l'aria natalizia che incomincia  a propagarsi per le vie delle strade addobbate? Eh già, perché ormai manca meno di un mese alla  festa dell'anno che preferisco.

Cambiando discorso, oggi vorrei presentarvi una nuova recensione, spero che vi piaccia ;)

Titolo: Il ritorno di Inna-Mok
Autore: Max Giorgini
Prezzo: 15,70 € cartaceo e 6,99 € e-book
Pagine: 227
Casa Editrice: 0111 
Voto: 4/5
_RECENSIONE_
Quello che solitamente ci fa rimanere legati ad un romanzo è il protagonista che imprimendo indelebilmente la propria storia nelle nostre menti ci fa condividere tutte le sue emozioni. Spesso però si rischia di banalizzare il racconto, creando sbiadite copie di personaggi già visti ed amati che non possono essere replicati, questo non accade nel “Il Ritorno di Inna-Mok” un fantasy sicuramente fuori dall’ordinario.
L’originale e intrigante trama non permette di attuare una lettura superficiale, ma obbliga ad aumentare l’attenzione recependo non solamente il significato letterale del testo, ma anche quello allegorico che si può percepire dalle azioni e dai caratteri dei numerosi personaggi che susseguendosi per tutta la narrazione la rendono frizzante anche se a volte poco scorrevole a causa dei frequenti cambi di prospettiva che destabilizzano un poco il lettore.  
Una storia didascalica che grazie a un mondo inventato (la Terra di Ruhel) rappresenta tutte le sfaccettature del carattere umano e ci mostra le mutazioni che una persona può manifestare. L’esempio più eclatante lo ritroviamo in Nystrid, giovane e bella ragazza trasformata in un orribile bestia da un incantesimo impazzito, sarà costretta a rapportarsi con le nuove opinioni della gente che in un primo tempo la feriranno, ma poi quando comprenderà il vero valore nascosto nel suo corpo deforme, si renderà conto di non voler assomigliare a nessun altro.  Troviamo anche Rush, ragazzo determinato e ribelle caratterizzato da una grande forza di volontà e  forti sentimenti che animandogli il cuore gli permetteranno di rimanere sempre se stesso.

“Dentro di me non diventerò mai uno schiavo. Io voglio scappare, lo vorrò sempre, finché non sarò libero o finché non sarò morto.”

E infine Inna-Mok, ritornato dopo secoli di prigionia sarà pronto a tutto per raggiungere i propri scopi crudeli, ma anche lui, come gli altri, presenta delle vulnerabilità, ricordandoci che in questo mondo alla fine siamo tutti uguali.
Il potente negromante cercherà in qualsiasi modo di ritornare a terrorizzare la Terra di Ruhel, non ricordandosi cosa può fare una piccola speranza, la speranza di un gruppo di giovani che compirà l’impossibile per riportare il pugnale incantato alla tomba della potente maga ragazzina Veroné, l’unica che può sconfiggere una volta per tutte l’incubo del terribile Inna-Mok.
Ce la faranno? Le vite di questi personaggi da prima così distanti avranno alla fine uno scopo comune?
Tante ere diverse si influenzano aiutandosi l’un l’altra, creando un delicato equilibrio chiamato Terra di Ruhel.


_Giulietta_ 

domenica 23 novembre 2014

Le parole

Salve cari lettori...
Vorrei augurarvi buona domenica con un appuntamento della rubrica "Pensieri" che questa volta presenta una poesia.


LE PAROLE
Come un fiume in piena
sommergono la città
fluiscono
scorrono
invadendo la mente
con la loro voracità.


VOI INVECE COSA NE PENSATE DELLE PAROLE QUANDO SONO TROPPE?




_Giulietta_

lunedì 17 novembre 2014

Maze Runner il labirinto

Salve a tutti miei carissimi lettori, 

Oggi come libro della settimana Vorrei proporvi un Bestseller in ascesa che da poco è stato anche rappresentato cinematograficamente: Maze Runner. 

Titolo: Maze Runner 
Autore: James Dashner
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 408
Casa editrice: Fanucci editore

TRAMA

Quando Thomas si risveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei
Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore. Il mistero si infittisce quando - senza che nessuno se lo aspettasse - arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di qualsiasi altra via di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo... o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire. 
Fonti: www.ibs.it 
Qual'è la Vostra opinione? :) 

_Giulietta_ 

martedì 11 novembre 2014

I guardiani della galassia


Salve ragazzi, 


Ecco a voi un post della rubrica "Libri e film". 

Non so se lo sapete, ma la Marvel è l'autrice di un fumetto intitolato "Guadians of the galaxy" da cui da poco tempo è stato tratto un film che qualche giorno fa ho visto e che mi è  piaciuto molto per l'azione accompagnata da simpatica ironia! 
Questo film è stato prodotto dalla Marvel Studios, ma poi distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures. 

Il protagonista è Star Loard, interpretato da Christoher Michael Pratt, un autore statunitense. Star Loard il cui vero nome è Peter Quill è un umano con poteri fisici e psitici molto sviluppati e vive in questo mondo alieno da criminale, fino a quando non si vedrà costretto a salvare la galassia da Drax.

Nel team abbiamo anche una figura femminile Gamora che è interpretata da Zoe Saldana.
Poi c'è il personaggio più simpatico Rocket che è un orsetto lavatore con il suo scagnozzo Groot.


Vi piacciono i film tratti dai fumetti? 

_Giulietta_ 

lunedì 10 novembre 2014

Hunger Games

Salve cari lettori,

Avete sentito che sta per uscire la prima parte dell'ultimo film di Hunger Games al cinema? Io ho visto la pubblicità ieri, quasi non ci credevo ^.^
E siccome non ho mai consigliato nemmeno un libro di questa trilogia come "Libro della settimana" Questa mi è sembrata l'occasione adatta! ;)

Titolo: Hunger Games
Autrice: Suzanne Collins 
Prezzo: 13,00 € (brossure) 
Pagine: 370
Casa editrice: Mondadori

 TRAMA

Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.
Fonti: www.ibs.it



VI E' PIACIUTO QUESTO LIBRO DELLA SETTIMANA? 




_Giulietta_

domenica 9 novembre 2014

New Rating

Salve a tutti cari lettori,

Come sapete Storie attorno al fuoco non ha mai avuto un vero e proprio rating, perciò finalmente oggi mi sono decisa e l'ho creato!
Spero che vi piaccia, perché come sempre la vostra opinione è quella più importante ^.^


COSA NE DITE? 

_Giulietta_

martedì 4 novembre 2014

The Giver Book Tag

Salve a tutti cari lettori, 

Lo so, in questi giorni vi ho trascurato saltando di nuovo il lunedì del libro della settimana, ma probabilmente capirete se vi dico: cambio di Adsl. 
Comunque adesso siamo qui e ho in serbo per voi una piccola sorpresa: Un meraviglioso Book Tag. 
Spero che Vi piaccia!
A questo LINK potrete trovare la recensione di The Giver.




THE GIVER BOOK TAG:

REGOLE (molto semplici): 
1. Citare il blog creatore del book Tag e il blog in cui avete trovato il book Tag.
3. Taggare altre blogger.
2. Rispondere alle domande e divertirsi.


INIZIAMO: 
Io vorrei taggare Francy di Never Say Book, Eliza della biblioteca di Eliza e Giada G di Books in the starry Night! 
Naturalmente le persone taggate non sono obbligate a fare il Tag e le persone che non ho taggato vorrei mettervi tutti se vogliono possono farlo!

1. Se doveste scegliere un solo libro da mantenere nella vostra società, dovendo eliminare tutti gli altri, quale sarebbe?

Senza ombra di dubbio "Harry Potter", perché mi manterrebbe viva la fantasia.








2. La scena che più vi ha colpito di un romanzo e che rimarrà per sempre nelle vostre memorie.

Non c'è bisogno di aggiungere nient'altro!














3. Qual è la copertina che vorrestevedere per prima se viveste nel mondo di Jhonas ?

Adoro la copertina di "Wings" di Aprilynne pike, Con i suoi colori delicati mi trasmette una sensazione di tranquillità.









4. Citate un libro in cui avete trovato una buona precisione di linguaggio (scrittura semplice, ma coinvolgente).

Penso "Non volare Via" di Sara Rattaro, linguaggio semplice, ma coinvolgente.









5. Il libro che vi ha permesso  di vedere oltre.
"Uno nessuno e centomila" di Pirandello, un libro che ti fa pensare.









6. Un mondo restrittivo che non lascia scelta ai suoi abitanti.
Mi viene in mente il mondo di "Matched" inventato da Ally Condie.









7. Infine, Qual è la cosa che più vi mancherebbe se doveste vivere in un mondo come quello di Jhonas?
Penso che quello che più mi mancherebbe sarebbero le emozioni, perché non senza di loro non si può parlare di vita.








VI E' PIACIUTO QUESTO TAG?
LO RIFARETE? 

_Giulietta_ 

sabato 1 novembre 2014

E.M.A Book blog Tour

Salve miei cari lettori, 

Ieri avete passato un buon Halloween? Vi vedo già, tutti travestiti pronti per festeggiare. 

Vi disturbo di sabato perché devo darvi una notizia meravigliosa, ho iniziato una nuova collaborazione con E.M.A EDITORIA MULTIMEDIA AUTOPUBBLICAZIONI che  ha avuto un ottima idea: Creare un circuito di Book Blog Tour

Sono al settimo cielo e non vedo l'ora di iniziare.
Preparatevi perché ci saranno sicuramente tante bellissime sorprese: recensioni, interviste, presentazioni e molto altro ancora! 

Se volete scoprire qualcosa in più potete cliccare su questo LINK

Non mi resta che dirvi: al prossimo appuntamento! 

_Giulietta_