venerdì 2 febbraio 2018

Metro-Biblioteca

Chi come me prende tutti i giorni dei mezzi di trasporto, sa quanto questa attività possa rivelarsi noiosa. 
Se si esce dieci minuti prima di casa ... non preoccupatevi, l'autobus sarà 15 minuti in ritardo. Se per caso ci si ferma un attimo perché si è slegata la scarpa, allora la metro sfreccerà senza  disturbarsi a fermarsi, sì, sì .. potrebbe decidere di saltare proprio quella fermata solo per il gusto di sentirci imprecare ad alta voce. E diciamocelo, proprio quel giorno, quel giorno in cui lo zaino pesa più di una valigia piena piombo e finalmente, miracolosamente, si trova un posto a sedere, arriverà qualcuno, arriva sempre qualcuno che obbliga, per rendere giustizia alla coscienza, a cedergli quel piccolo angolo di paradiso. 

Essere dipendenti dai mezzi pubblici diciamocelo, non è una cosa semplice. 
Rispettiamo più l'ambiente? Sì! 
Rendiamo le strade meno trafficate? Sì. 
Ma lo stress, di quello e difficile liberarsene. 


Pensate però per un momento se, ogni volta che salite in metro per i 20 minuti quotidiani di viaggio, aveste una storia pronta a tenervi compagnia. Non vi sentireste un po' meglio? 
I designer della linea 4 e la circolare 10 di Pechino ci hanno pensato. I vagoni della metropolitana sono stati allestiti come una biblioteca, solo che i libri invece di essere reali sono delle fotografie fornite di Qr-code scannerizzabili  tramite un app del telefonino. Grazie a questa tecnologia si può accedere ad una raccolta virtuali di audio-libri messi a disposizione dalla metro stessa. 
Non so voi, ma io ci andrei a fare subito un giro! Perché il potere delle storie non è sostituibile da nient'altro. 

_Giulietta_ 

Nessun commento:

Posta un commento

Segnalazioni Atlecs

Buongiorno lettori,  Oggi vorrei dedicare un po' di spazio ai blogger e gli instagrammer che hanno sostenuto Atlecs nelle ultime set...