venerdì 28 agosto 2015

Guida astrologica per cuori infranti

Buondì cari lettori,
Oggi vi presento una nuova recensione di un romanzo che ha ottenuto da me il massimo del punteggio! Credo che come preambolo sia già promettente, perciò buona lettura!

Titolo: Guida astrologica per cuori infranti 
Autrice: Silvia Zucca
Prezzo: 16,40 €
Pagine: 468
Voto: 5/5

Sono fermamente convinta che questo libro non abbia bisogno di alcuna presentazione considerando la popolarità che ha ottenuto in un brevissimo lasso di tempo.
Mi sono scontrata (letteralmente) in “Guida astrologica per cuori infranti” in una delle mie tante perlustrazioni nelle librerie di fiducia vicino a casa (ogni booklover che si rispetti ne ha un fitto elenco). Quando ho scorto la copertina e letto la trama, non sono riuscita a rimandare, l’ho acquistato all’istante divorandolo in un unico pomeriggio soleggiato in riva al mare sdraiata sulla morbida sabbia della spiaggia (Poverina, direte voi e non posso darvi torto perché nonostante la miriade di impegni che affollano sempre la mia agenda, in estate riesco ancora a trovare il tempo per trascorrere dei tranquilli pomeriggi al mare; ma basta parlare di me, chiudiamo la parentesi più lunga della storia e torniamo a discorrere del romanzo in questione).

E’ un libro con un livello di umorismo a mio parere molto alto, sicuramente i miei
vicini di sdraio si saranno chiesti come mai scoppiassi a ridere da sola ad ogni nuovo capitolo, mi avranno considerata pazza, ma vi assicuro che è impossibile trattenersi e devo ammettere che ne è valsa la pena.
L’ingrediente segreto di questo romanzo consiste però nella rappresentazione della quotidianità che permette al lettore di potersi immedesimare nei protagonisti, vivendo insieme a loro le disavventure astrologiche che condiscono la loro vita.
Inevitabilmente le vicissitudini sono un poco romanzate, ma riescono sempre a conservare quel realismo che ci rincuora facendoci pensare “Meno male che non capita solo a me” e donandoci una buona iniezione di fiducia. Non posso non ammettere che sia un romanzo rosa con un finale prevedibile, ma nello sviluppo del libro gli avvenimenti che si presentano non sono per nulla scontati e i messaggi che lancia alle giovani donne sono veramente ammirevoli.

Adesso vi avverto, sto per fare un po’ di spoiler gratuito perciò se non volete che incautamente vi riveli qualcosa di troppo, smettete immediatamente di leggere, se siete invece amanti del rischio, potrete finire questa recensione.
Alice, la protagonista femminile del romanzo, verso le ultime pagine, comprende finalmente che la propria felicità e realizzazione non dipende necessariamente solo dall’uomo che le è accanto, ma deriva prima di tutto da se stessa: Il così detto “principe azzurro” non può far altro che accrescere la felicità di una persona, ma non deve esserne l’unica variabile.
Un messaggio meraviglioso che, a mio modesto parere, le giovani donne dovrebbero tenere sempre ben a mente, perché la prima regola per vivere bene con se stessi e quindi anche con gli altri è rispettarsi. 


_Giulietta_




Nessun commento:

Posta un commento