martedì 19 novembre 2013

Matched


MATCHED 
Autrice: Ally Condie
Pagine: 351
Anno: 2001
Prezzo: 18,50 €
Voto: 4/5 

La mia recensione 
Abbiamo già compiuto cose orribili, potremmo benissimo raggiungere l’estremo. Anche se ci può sembrare impossibile, è solamente la verità. Olocausto, dittature, guerre, è stato sperimentato di tutto sulla pelle del’ignare persone.

Ecco cosa penso appena scopro il mondo proibitivo di Matched. Una struttura complessa, studiata appositamente per togliere la vita agli abitanti che non sanno cosa voglia dire la parola LIBERTA’.
Decido cosa mangi, quello che leggi, cosa ascolti, il tuo lavoro, chi sposi, quello che ti appartiene, quando  muori. Sei solamente una pedina che aiuta il sistema.

Ma cos’è il sistema?

Un mondo creato per la felicità dei cittadini, oppure per il raggiungimento del concetto di perfezione dei potenti?
Si pensa d’essere istruiti, di conoscere,d’essere parte integrante della propria vita e che sia giusto così; ma l’ignoranza persiste nelle loro menti a causa dei Tabù mai svelati.

Questo libro c’insegna a non lasciarci influenzare dagli altri e ragionare con la nostra testa. Anche se nasciamo in un mondo  che vuole condizionarci a tutti i costi , dobbiamo avere la forza e il coraggio d’alzarci e fare sentire la nostra opinione, perché la vita è una sola e dobbiamo viverla pensando di avere scelto ogni suo attimo.

Non serve altro che una scintilla per cambiare, un sentimento talmente forte da poter modificare il proprio mondo! Ecco cosa spinge Casssia, Ky e Xander a continuare a combattere, un affetto, la consapevolezza di non essere soli, ma anche la forza di volontà che spesso scaturisce nei momenti più difficili.

“Lasciami credere in tutto questo, e credici con me.”
Cit. Ally Condie

Ally Condie ci descrive questo mutamento con rara maestria; toccando i sentimenti delle persone e facendoci ragionare sulle scelte della vita. Di quanto siamo fortunati ad avere la possibilità di scegliere e di quante volte dobbiamo pretendere questo diritto che non nessuno può toglierci!  
I sentimenti dei protagonisti c’invadono facendoci sperare insieme ai loro giovani cuori che esista una giustizia in quel mondo che deve e può essere migliorato. Li vediamo sbocciare attraverso il desiderio del sapere. Non vogliono che la loro mente rimanga intrappolata nelle 100 canzoni, nei 100 dipinti, nelle 100 poesie, scelte per loro con l’obbiettivo di non creare dubbi o domande che possano indurre le persone al pensiero. Tutto nasce da un errore di un immagina apparsa nel momento sbagliato, ma si renderanno conto che quello sbaglio è stato l’inizio di tutto!

“Ora che ho trovato il modo di volare, in che direzione devo percorrere la notte? Le mie ali non sono bianche e non hanno piume; sono fatte di seta verde che vibra al vento e si piega seguendo i miei movimenti: prima un cerchio, poi una linea retta e poi una forma inventata da me. Non mi preoccupa l'oscurità alle mie spalle, e nemmeno il cielo stellato che ho di fronte.”

Cit. Ally Condie
_Giulietta_ 

Nessun commento:

Posta un commento