lunedì 20 aprile 2015

Quando si può sognare ... Reves

Salve cari lettori,

Prima di tutto in questo lunedì, 20 aprile 2015, vorrei ringraziare Giada G del Blog Books in the starry Night per avermi assegnato il premio Liebster Award, appena avrò un po' di tempo dedicherò a questo premio un intero post, ma per adesso inizio a ringraziarla di cuore :)

Seconda cosa da fare in questo lunedì mamma mia, si preannunciano sette giorni faticosi è enunciare il libro della rubrica "Il libro della Settimana". Questa volta non si tratta di un romanzo, ma una creazione veramente particolare che sono certa vi piacerà.
Qualche giorno fa mi hanno regalato questo quaderno e appena l'ho visto ho detto: "Lo devo condividere con i miei lettori, perché racchiude una splendida, splendida idea".

Quante volte sogniamo delle cose meravigliose che ci sovvengono durante il giorno facendoci sorridere, ma che poi,  a lungo andare, ci dimentichiamo? 
A me succede sempre. 
Questa situazione però mi rattrista, i sogni sono l'unica cosa infinita nella vita ed è brutto pensare che anche quelli, prima o poi, svaniscano dalla nostra mente. Per questo mi è subito piaciuta l'idea del quaderno dei sogni: tenendolo vicino al letto appena svegli possiamo appuntarci i ricordi più belli e a lungo andare riguardarli. E la cosa pi bella è che i sogni fatti ad occhi chiusi non sono gli unici che vale la pena scriversi.

A mio parere, i sogni sono il più bel romanzo che ognuno di noi possa leggere. E allora perché non possiamo crearci il nostro romanzo? 

VI E' PIACIUTO QUESTO "QUADERNO DELLA SETTIMANA"?

_Giulietta_ 

2 commenti:

  1. Bellissimo! Mi piace :) Io ho sempre fatto sogni piuttosto stravaganti, e per un periodo alle superiori avevo preso l'abitudine di scrivermeli. Poco tempo fa li ho ritrovati, che follie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD sono quelle follie che quando le riprendi in mani ti fanno sorridere. Sono proprio dei bei ricordi. ^___^

      Elimina