lunedì 8 agosto 2016

FireBird


Recensione
E' fantastico come i libri riescano a sorprenderti sempre ... come la semplice curiosità di ficcanasare tra gli scaffali possa trasformarsi in una fantastica scoperta! Per me è stato così, era un Venerdì pomeriggio afoso quando inciampai nei Firebird scorgendoli fra i romanzi fantasy di una piccola libreria.
Ho adorato questi due romanzi e non vedo l'ora che ne esca un terzo, perché se c'è una cosa di cui sono certa è che la storia non possa assolutamente fermarsi con"La Difesa".
La scrittura Verace e dettagliata riesce a coinvolgere a pieno il lettore nelle diverse dimensione in cui i protagonisti viaggiano grazie all'invenzione rivoluzionaria dei genitori di Marguerite ovvero i Firebird, dei marchingegni che permettono alle persone di trasportare la propria essenza nei vari universi che formano tutto l'infinito spazio.
Marguerite e Theo sono partiti con un obiettivo, uccidere Paul Markov ... ma quanto questa convinzione potrà cambiare? Quanto i diversi se stessi e le diverse realtà li sconvolgeranno insegnandogli qualcosa di più su loro stessi e sugli altri?
Mille mondi, mille diverse realtà da cui difendersi, perché in un universo infinito è facile venire travolti dagli avvenimenti e non riuscire più ad uscirne.
La storia mi ha completamente travolta, ho trovato geniale l'idea che sta alla base dei romanzi della Gray e spettacolare il modo in cui ha reso la sua intuizione reale agli occhi dei lettori, descrivendo le teorie scientifiche che stanno alla base dei Firebird in maniera dettagliata e spingendoti quasi a credere che possano essere reali.
Spero con tutto il cuore che presto qualcuno decida di trasformare questi romanzi in film, perché penso che una storia del genere non si sia mai vista e debba essere valorizzata.

Voto: 5/5

_Giulietta_

Nessun commento:

Posta un commento