lunedì 8 settembre 2014

Siddharta

My dear,

Come ogni lunedì la nuova settimana porta con se nuovi consigli letterari. Se Vi ricordate la scorsa volta vi ho consigliato un libro piuttosto leggero anche se molto divertente, ebbene questa settimana invece cambiamo le carte in tavola, proponendo un romanzo di uno scrittore molto conosciuto: Siddharta di Hermann Hesse!

Ricordatevi di COMMENTARE con la vostra opinione sul libro ;)

Titolo: Siddharta
Autore: Hermann Hesse
Prezzo: 10,00 €
Pagine: 198

TRAMAChi è Siddharta? È uno che cerca, e cerca soprattutto di vivere intera la propria vita. Passa di esperienza in esperienza, dal misticismo alla sensualità, dalla meditazione filosofica alla vita degli affari, e non si ferma presso nessun maestro, non considera definitiva nessuna acquisizione, perché ciò che va cercato è il tutto, il misterioso tutto che si veste di mille volti cangianti. E alla fine quel tutto, la ruota delle apparenze, rifluirà dietro il perfetto sorriso di Siddharta, che ripete il "costante, tranquillo, fine, impenetrabile, forse benigno, forse schernevole, saggio, multirugoso sorriso di Gotama, il Buddha, quale egli stesso l'aveva visto centinaia di volte con venerazione". Siddharta è senz'altro l'opera di Hesse più universalmente nota. Questo breve romanzo di ambiente indiano, pubblicato per la prima volta nel 1922, ha avuto infatti in questi ultimi anni una strepitosa fortuna. Prima in America, poi in ogni parte del mondo, i giovani lo hanno riscoperto come un loro testo, dove non trovavano solo un grande scrittore moderno ma un sottile e delicato saggio, capace di dare, attraverso questa parabola romanzesca, un insegnamento sulla vita che evidentemente i suoi lettori non incontravano altrove.

VI PIACE QUESTA PROPOSTA?

AVETE GIA' LETTO IL LIBRO? 

_Giulietta_ 




2 commenti:

  1. letto.. e.. diciamo che non è proprio uno di quei libri leggeri leggeri da leggere sotto l'ombrellone a mio parere (si che ormai l'estate sta finendo, quindi non c'è problema :P).
    E' molto interessante, offre numerosi spunti, numerose riflessioni, ma certo non è un libro che tutti potrebbero leggere; richiede senza dubbio un'attenzione particolare se lo si vuole capire un po' per bene..
    comunque, apprezzato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo d'accordo con la tua opinione, è un libro complesso che non va solamente letto, ma assimilato.
      Contiene moltissime verità difficili da accettare molte volte dallo stesso Siddharta che fa della sua vita una ricerca continua di nuove esperienze fino a creare una dottrina personale da seguire: " Avevo molto bisogno del peccato, avevo bisogno della voluttà, dell'ambizione, della vanità, e avevo bisogno della più ignominiosa disperazione, per imparare la rinuncia a resistere, per imparare ad amare il mondo, per smetterlo di confrontarlo con un certo mondo immaginato, desiderato da me, con una specie di perfezione da me escogitata, ma per lasciarlo, invece, così com'è, e amarlo e appartenergli con gioia."

      Elimina