giovedì 27 aprile 2017

l'ombra del vento - Carlos Ruiz Zafón

Non sono una persona che si lamenta particolarmente della pioggia, semplicemente sono molto metereopatica e questo aspetto di me oltre ad influenzare il mio umore condiziona anche le mie scelte letterarie. In queste giornate uggiose d'intramezzo tra un esame e l'altro ho iniziato questo libro che per adesso mi ha davvero catturata: l'ombra del vento di Carlos Ruiz Zafòn. 


TRAMA: Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.
Tra le pagine del romanzo si celano quasi tutti i generi letterari: dal romanzo mistery si passa a sfumature prettamente gotiche per poi addentrarsi nei vicoli di una trama che si tinge di giallo/poliziesco, fino a toccare gli apici del dramma sentimentale e le punte aguzze del pamphlet satirico 

L'AVETE MAI LETTO? LA TRAMA VI INTRIGA?

_Giulietta_

Nessun commento:

Posta un commento