martedì 3 giugno 2014

Tex

Oggi consiglio un libro della settimana un po' particolare, infatti stiamo parlando di un fumetto storico: TEX!
Non vi parlerò quindi di uno dei TEX in particolare, ma più in generale della sua storia.

Titolo: TEX
Tex è una serie a fumetti creata nel 1948 daGian Luigi Bonelli eAurelio Galleppini ed edita dalla Sergio Bonelli Editore. È la più famosa e duratura serie a fumetti italiana di sempre, nonché la testata di punta della casa editrice milanese.
Tex nacque nel 1948 più come esperimento artigianale che come fumetto destinato a divenire un fenomeno editoriale, oggetto negli anni seguenti anche di indagini sociologiche e tesi di laurea e che dopo sessant'anni ancora viene venduto in tutte le edicole. Venne ideato da Gian Luigi Bonelli e Aurelio Galleppini come fumetto di "sostegno" all'altro personaggio a cui stavano lavorando all'epoca e su cui avevano puntato, Occhio Cupo, una classica storia di cappa e spada. Nei primi numeri del fumetto l'aspetto fisico di Tex riprende molte caratteristiche dal personaggio di Occhio Cupo: i jeans così stretti da sembrare una calzamaglia, gli stivali flosci e la camicia a frange. Quando, contrariamente a tutte le previsioni, Occhio Cupo venne dimenticato e fu Tex a riscuotere successo, queste caratteristiche vennero abbandonate in favore dell'aspetto attuale del personaggio.
Tex è in realtà il secondo personaggio western ideato da Gian Luigi Bonelli, mentre il primo, risalente al 1947, fu Il Giustiziere del West. A differenza di questi e altri personaggi, il successo di Tex si confermerà più duraturo, tanto da diventare il personaggio dei fumetti italiani più longevo in assoluto. Tex è il primo personaggio dei fumetti ad offrire un diverso punto di vista sui nativi americani dell'epopea Western, che non appaiono più come macchiette stereotipate di selvaggi, ma come popoli dotati d'una evoluta e radicata cultura.
Il nome del ranger fu ispirato dall'insegna di un negozio milanese, "Tex Moda". Il cognome avrebbe dovuto essere "Killer", ma fu stemperato in Willer poco prima di andare in stampa per non sfidare le ire dei censori.

I PERSONAGGI PRINCIPALI:
  • Tex Willer: Il protagonista della serie, un veloce e prestante pistolero del West di 40/45 anni (tranne i primi albi), è inizialmente un fuorilegge, ma ben presto viene arruolato nel corpo del ranger del Texas, dove, ancora poco più di un ragazzo, conosce Kit Carson. In seguito ne rassegnerà una parziale dimissione, restando a disposizione per particolari incarichi assegnatigli dal comando, che, solo Tex e Carson, con l'aiuto, nei casi più impegnativi, di Kit e Tiger, posso svolgere. Tex è il capo supremo di tutte le tribù Navajos, da questi conosciuto con il nome di Aquila della Notte, e assolve per conto del governo degli Stati Uniti l'incarico di agente indiano della stessa riserva pellerossa. Di carattere fermo e risoluto ed imbattibile nell'uso delle armi da fuoco come nella lotta corpo a corpo, Tex è il più pericoloso avversario che un criminale possa incrociare sulla sua strada, sempre pronto ad intervenire in aiuto del più debole in nome della giustizia, anche a costo di scontrarsi con la legge, ma sempre seguendo un suo codice morale.
  • Kit Carson: Conosciuto dagli indiani con il nome di Capelli d'Argento, è presente fin dal primo numero, La mano rossa, quando aveva circa 30 anni, nel quale è già un ranger di grande fama, infatti è stato lui a istruire e a far diventare Tex, che era un giovane ranger inesperto, quello che è adesso. È un gran fuoriclasse sia con le pistole che con il Winchester, come Tex. È rappresentato (eccetto che nei primi dieci numeri) con i capelli, i baffi e il pizzetto bianchi, ma, nonostante l'età di circa 50/55 anni, è ancora agile e scattante e si rivela un prezioso alleato anche nelle risse. È brontolone e pessimista e si irrita se qualcuno lo chiama "nonnetto" a causa della sua candida capigliatura. Memorabili sono i dialoghi con Tex nei quali puntualmente fa il ruolo dello jettatore, contrastando decisamente con il carattere sicuro e ottimista dell'amico.
  • Kit Willer: Dai Navajo chiamato Piccolo Falco, è il figlio di Tex e della sua moglie indiana Lilyth.
  • Tiger Jack: Compare per la prima volta nell'ottavo albo (Due contro cento) ed è un guerriero Navajo fratello di sangue di Tex. Ha iniziato a seguire il ranger nelle sue avventure dopo la scomparsa di Lilyth ed è diventato nel tempo un compagno insostituibile, specialmente nelle storie che hanno come protagonisti i nativi americani. La sua specialità sta nel trovare tracce e seguire piste, dove è insuperabile.
_Giulietta_



Nessun commento:

Posta un commento