venerdì 26 maggio 2017

Adesso - Recensione

"I cuori, soprattutto i cuori: muscoli involontari, molluschi rossi, invertebrati buffoni."

Dopo -Per dieci minuti- questo è il secondo romanzo che leggo della scrittrice/giornalista Chiara Gamberale e adesso, proprio adesso mentre i vostri occhi stanno scorrendo le righe che ho scritto posso dirvi che arrivato il momento di dirvi cosa ne penso. 

https://www.ibs.it/adesso-libro-chiara-gamberale/e/9788807031823?gclid=CjwKEAjwpJ_JBRC3tYai4Ky09zQSJAC5r7ruYaUJDMIdgiA5dJvztpDrsZKywAPXilfXDHI9GwraEBoC86Lw_wcB

RECENSIONE 
Questo libro è un'emozione e proprio come le emozioni spesso incomprensibile. Sono molte le parti in cui ho pensato, dove vorrà andare a parere, cosa sta succedendo adesso? Eppure due minuti prima stavamo parlando di un'altra situazione, un'altra persone, e invece ... 
E invece la prospettiva è improvvisamente cambiata, proprio come succede nella vita ugualmente accade tra le pagine di questo romanzo. 
Lidia e Pietro, Lilo e Stich, i ragazzi dell'Arca senza Noè, la psicanalista La scala, un bibliotecario che aveva promesso di non innamorarsi mai più, ma non solo, sono tante le storie che si intrecciano, si separano e poi si rincontrano, con un denominatore comune: le difficoltà che però non impediscono ai sentimenti, quelli veri, di evolversi lo stesso. 
"Tutte e due sanno che se si vendica di te, l'amore, perché gli hai dato troppo o perché non gli hai dato nessuna fiducia, può essere davvero feroce."
In una prosa che ha il sapore del futurismo Chiara Gamberale cerca di indagare l'animo umano, lasciando chiuse nel cassetto le convenzioni della narrativa e costruendo un romanzo atipico, ma allo stesso tempo sorprendente. Perché nonostante le difficoltà che il lettore può incontrare nel seguire le vicende raccontate, sono proprio queste complessità a stimolare completamente l'attenzione e il coinvolgimento. 
Un libro che mi ha riportato alla mente "L'ultima riga delle favole" di Gramellini  per l'obiettivo comune dell'introspezione umana dal punto di vista di un'ottica innovativa. 
Profondamente allegorico "Adesso" ci spinge ad analizzare attraverso quella dei protagonisti la nostra vita permettendoci di scoprire se ci stiamo rifugiando nella sicura "vita immaginata" oppure ci stiamo già spingendo oltre rischiando anche di trovare la giusta "persona casa". 
"Adesso" mi è piaciuto proprio per la sua particolarità e il rischio che la scrittrice ha corso nel trattare temi ormai canonicizzati in un modo nuovo. A volte sono stata più o meno d'accordo con alcuni messaggi che sono trasparsi dal testo, ma anche questo è un valore aggiunto, perché spinge il lettore a a valutarein autonomia cosa è giusto e cosa sbagliato. Ragionare su quanto dovrebbe essere scontato pensare solamente all'adesso, ma quanto invece sia difficile.  

Voto: 4,5/5 

AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? SIETE D'ACCORDO CON LA MIA OPINIONE?

_Giulietta_

Nessun commento:

Posta un commento